Donadoni ci crede: "Ce la giochiamo"

Il tecnico gialloblù è ottimista alal vigilia della gara con i rossoneri ed avvisa i suoi calciatori: "giocare con il freno a mano tirato vorrebbe dire non aver capito lo spirito gare di questo livell":

Dopo il sorteggio di Nyon il Milan affronta il Parma nel primo anticipo della 28esima giornata di campionato, con la consapevolezza di avere quattro punti di vantaggio sulla rivale scudetto Juve, impegnata poco più tardi nella difficile trasferta di Firenze. Avversario dei rossoneri sarà però il Parma, squadra tosta e temuta, che da quando vede sedere sulla sua panchina Roberto Donadoni, ex rossonero, ha ottenuto ottimi risultati. Il Milan potrebbe essere distratto dalla difficile gara di champions che li attende la prossima settimana, ma Donadoni non si fida dei rossoneri: “Il sorteggio di Champions comunque non influirà sulla gara di domani, direi che condiziona poco. Aumenta semmai la loro soglia di concentrazione e di attenzione, sanno che contro il Barça li aspetta un turno difficile”.

Poi, fiducioso nei confronti dei suoi giocatori, aggiunge: “Ce la giocheremo. Che ci sia un sano timore è fisiologico ma è anche giusto che ci sia un'altrettanto sana consapevolezza nei propri mezzi. Contro una squadra che sta conducendo il campionato come sappiamo, servirà nei singoli come nel collettivo una prova al top. E questo è il nostro obiettivo. Flagellarsi prima non serve, non diamoci sconfitti in partenza. Giochiamocele fino in fondo le nostre carte e poi faremo tutte le nostre considerazioni senza perdere tuttavia di vista il nostro obiettivo, che è quello di provare in ogni gara a fare risultato”.

Il calciatore che tutti temono in questo momento è di sicuro Zlatan Ibrahimovic, capocannoniere del campionato. Ma per il tecnico gialloblù non è un problema, anzi bisognerà fare attenzione a tutta la squadra: “Il Milan è composto da grandi giocatori, non c'è solo lui. In questi casi quando il livello è cosi alto, quando pensi a bloccare un giocatore, magari togli dal gioco lui ma lasci comunque possibilità agli altri. È per questo che dico servirà una gara al massimo, nei confronti non di uno ma di tutti gli avversari”.

A spingere comunque il Parma in una gara dai punti pesanti sarà sicuramente il pubblico del “Tardini” che ha completamente esaurito tutti i biglietti messi a disposizione dalla società gialloblù. Si preannuncia dunque una partita dalle mille emozioni, almeno tra gli spalti, sperando che sia un match emozionante anche in campo.