Pacquiao si conferma campione dei welter

Pacquiao si conferma campione dei welter

Match equilibrato alla MGM Arena di Las Vegas e vittoria ai punti per il filippino. Verdetto duramente contestato dal pubblico e dallo sconfitto: “E’ stato un furto”. Ma Pacquiao ha picchiato di piú.

Il match dell’anno si è concluso con la vittoria del favorito e campione in carica, Manny Pacquiao, che ha sconfitto ai punti il messicano Marquez dopo 15 riprese . Si è trattato di un incontro molto equilibrato, con i giudici che alla fine hanno dato un leggero vantaggio al filippino,che grazie a questa vittoria ingrandisce ancora di piú la sua leggenda.

I punteggi presenti sui tabellini danno l’idea dell’equilibrio tra i due pugili: 115-113, poi 116-112 e 114-114. Non ci sono stati knock down, ma il pubblico di Las Vegas si è fatto sentire per tutta la serata e ha eletto Marquez come il vincitore morale di questo combattimento, tributandogli una ovazione all'uscita dal ring. Le migliaia di messicani presenti nella MGM Arena  gridano “Sí, se puede!” per sostenere il connazionale e poi alla fine “Bandidos!” contro i giudici. Il verdetto è stato contestato dal pugile messicano che ha detto ai microfoni della HBO “E’ il secondo furto che subisco negli ultimi due  incontri con lui, e questo è stato piú evidente dell’altro”.

Marquez si conferma comunque l’unico pugile in grado di mettere in seria difficoltà la leggenda filippina. Pacquiao è considerato al momento il miglior pugile del mondo, al di lá delle categorie, e in tre match contro Marquez non è mai riuscito ad imporsi nettamente: in totale i due hanno combattuto per 36 rounds in una vera e propria trilogia del pugilato moderno. Gli altri due combattimenti riasalgono al 2004 e 2008.

L’inizio è stato modesto ed entrambi hanno preferito una partenza lenta per poi scaldarsi con il susseguirsi delle riprese: alla decima Marquez è andato a terra dopo essere scivolato e l’arbitro ovviamente non lo ha conteggiato. Nella stessa ripresa Pacquiao ha subito una ferita al sopracciglio destro, secondo lui dovuta a una testata. Le riprese 10 e 11 sono state forse le piú spettacolari: Marquez ha pagato una tattica conservatrice, cercando soprattutto di non andare al tappeto.  Nel conteggio generale del match Pacquiao ha mosso di piú le mani e con maggior precisione. Alla fine ha tirato 142 colpi in piú dell’avversario, di cui 38 andati a segno.

A fine gara Pacquiao si dimostra un vero signore: “Forse non sono stato all’altezza delle aspettative, ma penso di aver vinto chiaramente. Capisco il rammarico dei tifosi di Marquez perché il match è stato equilibratissimo”. Per il filippino si tratta della quindicesima vittoria consecutiva che gli permette di mantenere la corona WBO dei pesi welter. Il suo paese lo sta aspettando per festeggiare.