Wiggins firma il suo capolavoro

Wiggins firma il suo capolavoro

Parigi si prepara a ricevere Bradley Wiggins, prossimo vincitore del Tour e vincitore in modo magistrale della cronometro di Chartres. Froome secondo, Nibali sul podio francese.

Probabilmente voleva chiudere così. Senza lasciare dubbi di sorta. Bradley Wiggins vince la cronometro di 53 chilometri che partiva da Bonneval per raggiungere Chartres, imponendosi in maniera indiscutibile per il distacco e per il modo di spingere una bicicletta a 50 chilometri orari per più di un’ora. Parigi si prepara, nell’anno olimpico inglese, ad ascoltare l’inno di Sua Maestà britannica risuonare sui Campi Elisi. Era la conclusione più prevista, per la cronometro e per la classifica finale di questo Tour, che ci porta un italiano sul podio dopo sette anni con il 3° posto di Vincenzo Nibali.

Wiggins era uno spettacolo di efficacia ciclistica, riuscendo a fermare il cronometro in 1h 04’13”. Dietro a lui il compagno di squadra Froome staccato di 1’16”, Peter Velits a 2’02” e Richie Porte a 2’25”. Il miglior italiano – un po’ a sorpresa – è stato Daniel Oss (14°) staccato di 3’27” dal vincitore, mentre Nibali ha chiuso al 16° posto con 3’38” di ritardo.

La classifica generale registra Bradley Wiggins prossimo vincitore del Tour 2012 con 3’21” su Christopher Froome, 6’19” su Vincenzo Nibali, Van Den Broeck a 10’15”, e Van Garderen che si prepara a chiudere questo Tour al 5° posto con un distacco di 11’04”. Cadel Evans chiude il suo Giro di Francia con il 7° posto finale accompagnato da 16 minuti a dividerlo dal vincitore.

Michele Scarponi chiude il suo Tour al 24° posto, seguito dal 25° di Ivan Basso, entrambi a un’ora da Wiggins. Rimane solo Parigi, domani, per vedere se Mark Cavendish raggiungerà Peter Sagan e Greipel nel computo delle vittorie di giornata, che al momento godono di tre affermazioni.