Temi del giorno:
Connect with facebook

Tensione fra Vanessa Ferrari e le farfalle della ritmica

A pochi giorni dal via dei giochi Olimpici, destano scalpore le parole rilasciate da Vanessa Ferrari, stella della ginnastica artistica, nei confronti della ginnastica ritmica. Che dal canto loro hanno risposto per le rime. Cronaca di una strana guerra fratricida a pochi giorni dalle Olimpiadi.

Tensione fra Vanessa Ferrari e le farfalle della ritmica
Vanessa Ferrari (Getty Images)

Le parole di Vanessa Ferrari irrompono come un fulmine a ciel sereno a pochi giorni dall'inizio dei Giochi Olimpici di Londra: "Io non so perchè non hanno ancora cancellato la ritmica dal programma olimpico [...] Io non amo la ritmica, non ha i sacrfici di noi dell'artistica, è per ballerine fallite". In mezzo, un cenno al rugby, lo sport praticato dai fratelli di Vanessa e da lei definito uno "sport vero". Così ha affermato la ginnasta bresciana in un'intervista concessa il 21 luglio scorso al quotidiano Bresciaoggi. Intervista che ha immediatamente suscitato la piccata reazione delle Farfalle, che a Londra sono in corsa per una medaglia pesante. Così ha risposto Fabrizia d'Ottavio, argento ad Atene 2004 : "Va bene la sincerità, ognuno può pensare ciò che vuole, ma almeno avere la decenza morale di non fare determinate dichiarazioni a pochi giorni dalla gara della vita".

Vista la piega che andava assumendo la querelle, la stessa Ferrari ha provato a fare marcia indietro, anche se le sue parole, rilasciate sul sito della federginnastica, hanno tutto il sapore dell'arrampicata sui vetri: secondo la Ferrari il senso del suo messaggio era il rammarico per l'assenza dal programma Olimpico di uno sport come il rugby, per antonomasia associato a valori quali lealtà e sacrificio. Quanto all'auspicata cancellazione della ritmica dal programma Olimpico, questa la motivazione data da Vanessa: " [...] ho detto che ci sono discipline come la ritmica che stanno dando un pessimo esempio di sè attraverso giudizi discutibili, spesso a danno delle nostre Farfalle", le quali di contro meritrebbero l'oro "per l'impegno e la dedizione messi in campo, con quel mucchio di sacrifici che solo noi ginnaste conosciamo". Il messaggio si conclude con la speranza di vittoria per Elisa Santoni e socie e l'auspicio di poter festeggiare assieme l'eventuale medaglia di Londra. Sempre che le Farfalle siano d'accordo.