Dream Team Usa, champagne nella prima uscita

Dream Team Usa, champagne nella prima uscita

Gli Stati Uniti piegano senza difficoltà la Francia nell'esordio a Londra 2012. Kevin Durant mattatore dell'incontro

Concentrati e spietati, gli Stati Uniti non concedono sconti alla pericolosa Francia di Tony Parker, asfaltando i transalpini dopo 10 minuti di sostanziale equilibrio provocato dalla scarsa vena di Deron Williams (1/6 dal campo, 3 perse), entrato in campo al posto di Paul facendolo subito rimpiangere.

Mattatore Lo show di Kevin Durant, a cui Bryant e James - partiti in quintetto con Paul e il centro Chandler - concedono il palcoscenico per l'opening game, produce 22 punti e crea il solco con una Francia incapace di centrare il canestro dalla distanza (2/22 da 3). Con Parker che non riesce a mettere in ritmo i suoi (un solo assist per il campione degli Spurs, non ricordiamo performance peggiori) il solo Traore (disastrosa palla al piede della Virtus Roma di qualche stagione fa)  fa la parte del leone sottocanestro chiudendo con 12 punti in 13 minuti.
 
Stelle & strisce con bollicine Coach Krzyzewki ruota tutti gli uomini a disposizione, dando spazio anche alla matricola Davis, che nel garbage time finale (o meglio, alley - up time) si diverte con numeri d'alta scuola. Gli Usa chiudono la prima pratica senza sfondare il muro dei 100 punti, fermandosi sul 98-71, sfiorando il 50% nel tiro da 2 e andando sopra il 30% in quello da 3, stravincendo a rimbalzo (56-40). Uniche pecche, se proprio bisogna trovarle, i 26 falli commessi e le 14 perse. Martedì le star Nba andranno a caccia del record di punti segnati nella competizione olimpica contro la malcapitata Tunisia.