Temi del giorno:
Connect with facebook

Delusione Pellegrini solo quinta, trionfa la Muffat

Federica Pellegrini chiude con il quinto crono in 4:04:50 la finale dei 400m stile libero. La francese Muffat vince l'oro grazie al tempo record di 4:01:45. Più che deludente la staffetta 4x100 maschile, vincono i francesi. Gli italiani solo settimi.

Delusione Pellegrini solo quinta, trionfa la Muffat
Federica Pellegrini (Getty Images)

Tutto era partito in salita. La nostra Federica Pellegrini si era qualificata questa mattina con il settimo tempo nei 400 stile libero, con il crono di 4’05"30. Consapevole di aver siglato il suo miglior tempo stagionale ma non ancora sufficiente per combattere con i titani dei 400, la campionessa italiana nel pre-gara si era dichiarata intenzionata a migliorare il risultato ottenuto a Pechino, un quinto posto, lottando al massimo. Il crono più veloce è siglato dalla francese Camille Muffat, 4’03"29, seguita dall’americana Allison Schmitt, 4’03"31, e dall’altra francese Balmy, 4’03"56. Ultima classificata è la britannica olimpionica uscente con 4’05"75.

Alla fine dei 100metri la Pellegrini è terza in 58,47. Cerca la forza della bracciata e l’ampiezza per mantenere il passo. Si avvicina alla virata dei 150metri. Riesce a mantenere la scia. Muffat mantiene la testa, seguita da Schmitt e Balmy. La Pellegrini è troppo lenta nei secondi 100metri. Le altre avversarie la controllano e riescono a prenderla. Intanto la Muffat si allontana. Al passaggio dei 300metri perde terreno; cominciano le ultime due vasche. Si fa sotto la Adlington che passa al terzo posto. Federica lotta per il bronzo ma non riesce a raggiungerlo.
Vince Muffat seguita da Schmitt e dalla Adlington.

Nelle dichiarazioni post gara Federica dice di aver dato il massimo, nonostante non fosse al 100% fisicamente. Si dimostra comunque consapevole di essere partita già con un distacco considerevole dalle prime, le quali avevano dimostrato tempi migliori nelle batterie.

Delusione completa anche per quanto riguarda la staffetta maschile. Gli italiani si classificano settimi. A nulla è servito il miracoloso salvataggio di questa mattina di Magnini per riuscire a classificarsi con l’ottavo tempo. Vincono a sorpresa i francesi che beffano gli americani.