Temi del giorno:
Connect with facebook

Settebello in semifinale, fuori i maestri ungheresi

Gli azzurri mandano ko i campioni olimpici in carica dell'Ungheria: 11-9. In semifinale sfideremo la Serbia in un remake della finale dei campionati del mondo dello scorso anno

Settebello in semifinale, fuori i maestri ungheresi
Getty Images

Cadono al cospetto del Settebello di Sandro Campagna i maestri magiari campioni olimpici in carica. Finisce 11-9 per gli azzurri che in semifinale affronteranno la Serbia per un remake della finale mondiale di un anno fa quando il Settebello conquistò la vetta del mondo. Termina nella Water Polo Arena di Londra lo strapotere ungherese nella pallanuoto, iniziato nel 2000 nei giochi di Sidney e confermato, prima ai giochi di Atene e quattro anni fa a Pechino. 

Partita tiratissima. Nei primi due quarti regna l'equilibrio. Magiari avanti due volte. L'Italia rimonta e chiude la seconda frazione avanti per 5-4. Nessun break fino alla decisiva terza frazione. Pronti via e gli ungheresi fanno 5-5. Ma è proprio in quel momento che si accendono gli azzurri: Figlioli, Felugo e il nostro "ungherese" Giorgetti (nato a Budapest) siglano l'allungo decisivo: 8-5. Ungheria anche sfortunata con due pali colpiti e una superiorità numerica sfruttata male.

Nell'ultimo quarto l'Ungheria accorcia su rigore, ma Figlioli tiene a distanza i campioni olimpici in carica. Tre ori consecutivi non sono un caso e, infatti, arriva puntuale la reazione ungherese. Kasas e Varga riaprono la contesa portando i magiari a -1 costringendo Campagna a chiamare il secondo time out. L'Italia si risistema e Felugo trova il decisivo 10-8. Sul finale Ungheria di nuovo a -1, ma sulla sirena è Presciutti a siglare il definitivo 11-9.