Vincenzo Mangiacapre, bronzo amaro

Vincenzo Mangiacapre, bronzo amaro

Non riesce l'impresa a Vincenzo Mangiacapre. Il pugile delle Fiamme Azzurre combatte coraggiosamente, ma si deve accontentare del bronzo nella categoria dei superleggeri.

Vincenzo Mangiacapre non riesce a ribaltare il pronostico contro il forte e titolato (due titoli iridati) cubano Roniel Iglesias Sotolongo. Il pugile di Marcianise disputa due grandi riprese, viene fortemente penalizzato dai giudici che assegnano un vantaggio troppo ampio all'avversario, e conclude mestamente l'incontro. 

Prima ripresa I due pugili si conoscono bene e le schermaglie iniziali ne testimoniano il rispetto reciproco, Sotolongo si rende pericoloso col sinistro, Mangiacapre prova a ribattere con rapidi uno-due. Il campano è bravo a schivare, ma il cubano è altrettanto veloce nell'evitare i suoi colpi. Mangiacapre ha dinanzi un avversario che non ne soffre la velocità, insidioso col sinistro, determinato a far meglio del bronzo conquistato a Pechino. I giudici assegnano la ripresa a Sotolongo, 3-2
 
Seconda ripresa. Mangiacapre nell'intervallo si mostra sorpreso per lo svantaggio. Prova immediatamente a recuperare ma è il cubano a tenere il centro del ring. Mangiacapre si fa pericoloso con due montanti. E' lui a fare il match, il cubano tiene la guardia alta ma fa fatica a tenere il ritmo di Mangiacapre, che col montante destro continua a colpire con precisione l'avversario, impedendone gli attacchi. I giudici vedono un altro incontro, assegnando la ripresa nettamente al cubano con un allucinante 7-4. 
 
Terza ripresa. Il netto e immeritato divario è impossibile da colmare. Mangiacapre ne è consapevole e appare sfiduciato. L'azione dell'italiano si fa più lenta, il cubano gestisce senza difficoltà il vantaggio accumulato. Col morale a terra, Mangiacapre conclude la ripresa senza più credere nella vittoria. Termina 5-2 la ripresa, per un larghissimo 15-8 per il cubano.
 
Dopo le medaglie di bronzo conquistate ai Mondiali e agli Europei nel 2011, Vincenzo Mangiacapre conquista un altro prestigioso bronzo confermandosi ad altissimi livelli. Se riuscirà a crescere sul piano del carisma e ad acquisire piena consapevolezza della sua bravura, Rio 2016 ha già un candidato per l'oro.