Temi del giorno:
Connect with facebook

Cammarelle scippato del bis olimpico, è argento

Roberto Cammarelle non riesce a bissare l'oro di Pechino. Nella finale dei supermassimi, condizionata da giudici come sempre casalinghi, la vittoria va al 23enne inglese Anthony Oluwafemi Olaseni Joshua

Cammarelle scippato del bis olimpico, è argento
Cammarelle, niente oro per colpa dei giudici (Reuters)

 GrGGrrrggggg

Grandissima delusione nella finale dei supermassimi. Roberto Cammarelle va vicinissimo a compiere l'impresa che ne farebbe una leggenda olimpica, ma un verdetto poco limpido gli impedisce di conquistare la seconda, meritatissima medaglia d'oro.

Prima ripresa I 9000 dell'ExCel Center provano a farsi sentire e a sostenere Joshua. E' Cammarelle a dare inizio alla contesa con un rapido sinistro. Il pluricampione italiano prende l'iniziativa ma deve fare attenzione ai potenti destri dell'inglese. Cammarelle è al centro del ring, studia il match attendendo il momento di piazzare i suoi micidiali uno-due. Joshua però riesce a controbattere, sempre col destro. Contando sulla maggiore freschezza, l'inglese prova a contenere gli assalti di Cammarelle. Roberto piazza una serie di perfetti uno - due scuotendo l'inglese, che si poggia sulle corde tempestato di colpi. Il gong lo salva, i giudici sono benevoli col padrone di casa, assegnando un risicato 6-5 a Cammarelle. I colpi messi a segno dall'italiano sarebbero molti di più.

Seconda ripresa Joshua ha un fisico scolpito nel granito ma pugilisticamente vale un terzo di Cammarelle. L'italiano però sembra rifiatare a inizio ripresa, non continua l'azione interrotta al termine della prima ripresa. Joshua resta comunque attendista, non è mai lui a prendere l'iniziativa. Tre destri di Cammarelle raggiungono il volto di Joshua, che reagisce col jab sinistro, preciso ma non potente. Cammarelle costringe l'avversario a legare e lo raggiunge con un ennesimo destro. i giudici ne riconoscono la superiorità, 7-5

Terza ripresa. Mancano tre minuti, poi Roberto Cammarelle entrerà nel gotha degli immortali eroi olimpici con al collo la seconda medaglia d'oro. Cammarelle comincia la marcia trionfale col solito destro, prosegue con un sinistro su uno dei rari attacchi di Joshua. Arrivano due colpi dell'inglese, Cammarelle intelligentemente lega, provando a contenere il forcing di Joshua. A sessanta secondi dal termine Cammarelle prova a piazzare i colpi della sicurezza, porta un sinistro, l'inglese prova a compiere l'impresa con una serie di colpi in chiusura di incontri. L'ExCel ruggisce provando a condizionare i giudici, e ci riesce. Incredibile 8-5 per l'inglese, 18 pari, preferenza data a Joshua.

Cammarelle lascia il ring a testa bassa. Un'Olimpiade così bella non meritava un finale così pietoso.