World League 2012: debutta la fase intercontinentale

L’Italia giocherà a Firenze contro Corea del Sud, Francia e Stati Uniti. Si parte stasera alle 20.30 contro la Corea, confermato il gruppo che ha ottenuto la qualificazione olimpica a Sofia

World League 2012: debutta la fase intercontinentale
Dragan Travica, palleggiatore dell'Italia (Eurosport)

Non c’è riposo per l’Italvolley: fresca di qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra, ottenuta con la vittoria del torneo di Sofia di domenica scorsa, la Nazionale di coach Berruto torna in campo stasera a Firenze al Nelson Mandela Forum in occasione della prima partita di World League.  

NUOVA FORMULA – L’edizione numero 23 della manifestazione cade nell’anno olimpico e presenta una nuova formula proprio per consentire alle Nazionali un più ampio periodo di preparazione ai Giochi. La Fase Intercontinentale, che si giocherà da stasera al 1 luglio, prevede la partecipazione di sedici squadre suddivise in quattro gironi; le partite si disputeranno nell’arco di quattro weekend, che saranno ospitati da ciascuna Nazione facente parte del girone. Accederanno alla Final Six, in programma dal 4 all’8 luglio a Sofia, le prime classificate di ogni girone, la migliore seconda classificata e la Bulgaria in quanto Paese organizzatore.

I GIRONI – Quattro i gironi della Fase Intercontinentale.
POOL A: Russia, Cuba, Serbia, Giappone
POOL B: Brasile, Polonia, Finlandia, Canada
POOL C: Italia, Stati Uniti, Francia, Corea del Sud
POOL D: Argentina, Bulgaria, Germania, Portogallo

PASSATE EDIZIONI – Se negli anni Novanta la protagonista assoluta è stata l’Italia della “generazione di fenomeni” (con 8 vittorie in 11 edizioni), l’ultimo decennio ha visto il dominio del Brasile (stessi numeri dell’Italia: 8 vittorie in 11 edizioni). Nel 2008 e nel 2011 Stati Uniti e Russia hanno interrotto la serie vincente della Nazionale sudamericana; per trovare un buon piazzamento dell’Italia bisogna risalire fino al 2004 (2° posto), mentre l’ultima vittoria degli Azzurri risale al 2000.

GLI AZZURRI CONVOCATI DA BERRUTO – Quattordici i giocatori convocati per questo appuntamento: le novità rispetto a Sofia sono rappresentate da Giovi, Buti e Sabbi, mentre Parodi è fermo per l’infortunio subito durante la semifinale del torneo disputato in Bulgaria. Questa rosa consentirà a Berruto di sperimentare diverse soluzioni in vista delle Olimpiadi e di far riposare alcuni dei titolari (Mastrangelo e Bari non saranno impiegati nella partita d’esordio contro la Corea del Sud). Già a Sofia la squadra italiana ha dimostrato di avere nel gruppo di talenti un punto di forza: infatti è l’unica, tra le nazionali scese in campo in Bulgaria, a poter sostituire il sestetto di titolari con riserve di lusso senza intaccare la qualità del gioco. Dal capitano Cristian Savani al promesso campione Jiri Kovar (MVP al recente V-Day in cui ha vinto lo scudetto con la Lube Banca Marche Macerata) e potendo contare su un veterano che tutto il mondo ci invidia come Samuele Papi, all’Italia non mancano i giocatori di classe. La squadra titolare sarà impiegata nell’appuntamento di Firenze, unica uscita di quest’anno sul territorio nazionale, e nell’ultimo weekend a Dallas (dal 29 giugno al 1 luglio). Come preannunciato in Francia e Corea del Sud andrà l’altro gruppo della rosa dei 25 convocati, che in questi giorni si sta allenando a Milano con Paolo Montagnani.

LO STATO DI FORMA DELL’ITALIA – Il libro ce lo hanno dato: è pieno di pagine bianche che noi non vediamo l’ora di scrivere”, ha dichiarato Berruto. Il sogno olimpico passa anche attraverso la World League e l’Italia ha dimostrato di avere gli strumenti per riempire quelle pagine. La mentalità è certamente uno dei punti di forza della squadra: dalla finale degli Europei persa contro la Serbia alla vittoria del torneo di Sofia, il gruppo è cresciuto, si è rafforzato a livello di intesa, coesione e carattere. Rimane da risolvere il problema del momento di black out che in tutte le partite ha frenato gli Azzurri. Sul piano fisico tutti i giocatori rischiano di patire la stanchezza dei ritmi serrati dell’ultimo mese, in cui si sono rapidamente susseguiti i playoff scudetto e il torneo di Sofia. Giocare in casa in quella che sarà una vera e propria passerella per la squadra farà trovare le motivazioni e le energie per cercare di vincere anche questa competizione. Dal punto di vista tecnico il torneo potrà costituire una valida preparazione per cercare di risolvere alcuni dei problemi emersi a Sofia, in particolare in ricezione e copertura. Funzionano con un meccanismo quasi perfetto il muro e l’attacco: in ascesa Ivan Zaytsev, una certezza Michal Lasko, insormontabile Gigi Mastrangelo.

GLI AVVERSARI DELL’ITALIA – L’Italia si trova nel girone C insieme a Stati Uniti, Francia e Corea del Sud. Gli Stati Uniti si presentano a Firenze dopo un 2011 positivo: hanno conquistato le finali di World League, dopo aver sconfitto per ben due volte i campionissimi del Brasile, e hanno concluso al sesto posto l’ultima edizione della World Cup. Il pronostico pende in favore dell’Italia, ma non va dimenticato che gli Stati Uniti sono i campioni olimpici in carica. La Francia si presenta per riscattare il modesto risultato (12° posto) della scorsa edizione della World League. Tra i giocatori spiccano due conoscenze del campionato italiano: lo schiacciatore Earvin N'Gapeth, che ha impressionato durante la stagione nella Bre Banca Lannutti Cuneo, e il libero Jeff Exiga, fresco vincitore dello scudetto insieme alla Lube Banca Marche Macerata. La Corea del Sud presenta una formazione mista di veterani e nuove forze. L’obiettivo della squadra asiatica è riportarsi ai livelli degli scorsi decenni, quando aveva negli attacchi fulminanti il proprio punto di forza.

GUIDA ALLE PARTITE IN TV – Tutte le partite dell’Italia nel corso della Fase Intercontinentale verranno trasmsesse da Raisport seguendo l’orario taliano. Questa la programmazione:

18/05 da Firenze Italia – Corea del Sud: diretta dalle ore 20.45 su Raisport 1
19/05 da Firenze Italia – Francia: diretta dalle ore 20.20 su Raisport 1
20/05 da Firenze Italia – Stati Uniti: diretta dalle ore 20.25 su Raisport 1

15/06 da Lione Italia – Stati Uniti: diretta dalle ore 18.25
16/06 da Lione Francia – Italia: diretta dalle ore 20.00
17/06 da Lione Italia – Corea del Sud: diretta dalle ore 14.50

22/06 da Gwangju Corea del Sud – Italia: diretta su Raisport 2 dalle ore 11.50
23/06 da Gwangju Italia – Stati Uniti: diretta su Raisport 2 dalle ore 9.20
24/06 da Gwangju Francia – Italia: diretta su Raisport 2 dalle ore 9.20

29/06 da Dallas Francia – Italia: diretta su Raisport 1 dalle ore 00.00
30/06 da Dallas Italia – Corea del Sud: diretta Raisport 1 dalle ore 23.50
01/07 da Dallas Stati Uniti – Italia: diretta su Raisport 1 dalle 02.30