Italia-Inghilterra, uno spettacolo per 73mila

Mancano due giorni alla partita con l'Inghilterra. Quarantotto ore alla storica prima volta dell’RBS 6 Nazioni nell’impianto sportivo più prestigioso di Roma, che è ufficialmente sold-out.

Italia-Inghilterra, uno spettacolo per 73mila
Italia-Inghilterra, uno spettacolo per 73mila

Due giorni ad Italia – Inghilterra. Quarantotto ore alla storica prima volta dell’RBS 6 Nazioni nell’impianto sportivo più prestigioso di Roma che  - dopo aver ospitato la finale dei Mondiali di calcio, numerose edizioni del Golden Gala di atletica leggera, la finale della UEFA Champions League 2009 ed i concerti delle più acclamate rockstars – è pronto ad essere teatro, alle 17.00 di sabato 11 febbraio, della sfida tra la Nazionale Italiana Rugby del neo-CT Jacques Brunel e l’Inghilterra.

Per la partita che segna l’esordio casalingo di Brunel dopo il debutto assoluto della scorsa settimana a Parigi tutto il mondo del rugby, appassionati vecchi e nuovi, si è dato appuntamento nell’impianto del Parco del Foro Italico, pronto a sostenere gli Azzurri nella difficile sfida al XV della Rosa. L’attesa per la sfida di sabato è cresciuta esponenzialmente nel mese di gennaio ed oggi, a due giorni dal calcio d’inizio, sono stati staccati gli ultimi biglietti disponibili per lo Stadio Olimpico, raggiungendo così il tutto esaurito.

“Siamo entusiasti e felici per quello che è, per la nostra Federazione e per tutto il movimento rugbistico italiano, un nuovo grande passo avanti” ha detto il Presidente della FIR Giancarlo Dondi. “Dopo gli ottantamila spettatori di San Siro contro gli All Blacks nel novembre 2009 abbiamo dimostrato di saper vincere anche questa nuova sfida, in cui insieme al CONI ed a Roma Capitale abbiamo creduto con forza. Sarà una grande festa, sugli spalti e fuori grazie al Terzo Tempo Peroni Village, una grande macchia di colore ed allegria in una cornice unica al mondo come quella dello Stadio dei Marmi” ha aggiunto il Presidente federale.

“In questa grande festa annunciata – ha proseguito Dondi – abbiamo voluto coinvolgere le famiglie, i giovani, tutti coloro che volevano per la prima volta avvicinarsi al rugby internazionale o non rinunciare a vivere una indimenticabile giornata di sport in un momento per tutti noi economicamente complesso: per questo siamo particolarmente soddisfatti del successo ottenuto dalla promozione per le curve alte. Era un’iniziativa rivolta alle famiglie ed ai più giovani e ci riempie di orgoglio l’aver venduto tutti i tagliandi di questo settore in meno di un mese. Ringrazio a nome di tutto il rugby italiano tutti i tifosi che affolleranno sabato gli spalti della nuova casa della nostra Nazionale e sono sicuro che gli Azzurri sapranno ripagare questo straordinario affetto con una prestazione da ricordare”.