Suicidio Milano, passa il Partizan

Milano chiude male il girone di andata, perdendo in casa contro il Partizan Belgrado.

Suicidio Milano, passa il Partizan
Milano
65
69
Partizan
Gallinari e Scariolo

EA7 Armani Milano – Partizan Belgrado 65-69

Milano parte con Radosevic per Bourousis in quintetto, in un clima che sembra ricordare la Partizan Arena grazie al caldissimo tifo dei supporter ospiti. Il Partizan cerca sotto canestro con insistenza i suoi lunghi Macvan e il montenegrino Pekovic (ex Minnesota Timberwolves). L’Olimpia soffre molto sotto le plance: il computo dei rimbalzi è 8-3 per gli ospiti al 7’ (5-2 sotto il canestro milanese). Il punteggio è 8-12 per i serbi al 7’, con i punti dei serbi equamente suddivisi tra Macvan e Pekovic. Milano forse insiste troppo con la penetrazione, forzando spesso il tiro contro i lunghi avversari, sfruttando poco il tiro dall’arco. Si va al primo riposo sul 12-14, con una valutazione complessiva di squadra (9) davvero bassa per l’EA7.

Il secondo quarto si apre con un mini-parziale per l’EA7 firmato da Hairston e Bourousis, ma Macvan mostra le sue qualità anche fronte a canestro, realizzando dall’arco: 16-19 al 14’. Milano cerca allora Gallinari, che porta in post basso Szczotka approfittando del mismatch in altezza. E’ una Milano più tonica in difesa e le percentuali del Partizan (6/16 da due), oltre alle statistiche a rimbalzo, non più così sbilanciate (14-17 per i serbi), lo dimostrano. L’ingresso di Mason Rocca alza ulteriormente l’intensità dei milanesi e porta al terzo fallo di Macvan. La squadra di coach Jovanovic proprio non riesce a costruire buoni tiri. Secondo quarto da incubo per Pekovic e soci: 1/6 da due,  1/8 dall’arco e -6 di valutazione complessiva di squadra. Si va all’intervallo lungo sul 31-19.

La ripresa inizia con Milano che continua ad attaccare il canestro serbo, con molta più efficacia rispetto al primo quarto. Mancinelli, Radosevic e Nicholas propiziano un parziale di 6-2 che porta l’EA7 sul +16 (37-21 al 23’). Il Partizan continua a tirare male: 9/36 complessivo dal campo al 25’. Milano ne approfitta e si porta al massimo vantaggio (45-24) con il Mancio attivissimo sia a distribuire palloni ai compagni, sia al tiro (5 punti filati in meno di un minuto). Il Gallo imperversa in attacco, caricandosi di falli (sei in soli 11’ di gioco) e risultando un rebus irrisolvibile per tutti gli esterni che si alternano in marcatura. Quando poi la difesa serba si chiude per evitare la penetrazione, l’ala dei Denver Nuggets li castiga dall’arco. Milano è avanti 54-35 al 28’, per poi chiudere all’ultimo intervallo sopra di 17 (56-39). La valutazione complessiva (31) è lo specchio della serata davvero infelice, soprattutto al tiro, della squadra ospite.

La quarta frazione si apre all’insegna dell’equilibrio. Belgrado pasticcia in attacco, Milano ne approfitta per controllare ritmo e partita. Coach Scariolo ordina il gioco “two up” in attacco, per creare spazio a Gallinari e Hairston, ma nè questo schema, nè il tentativo di sfruttare Bourousis sotto canestro, portano molti frutti. Milano segna poco (solo sette punti nei primi 6’ del quarto), gli ospiti ne approfittano e rientrano in partita. In attacco nessuno si prende più la responsabilita di tirare per Milano e, quando qualcuno lo fa (Cook, Gallinari), i tiri sono fuori ritmo. L’EA7 è paralizzata, subisce un parziale esiziale di 0-15 (dal 63-50 del 36’ al 63-65 al 39’). E’ un colpo che stordisce, Milano non si riprende più e, con un punteggio nell’ultimo quarto che dice 9-30, con 3/18 dal campo e -7 di valutazione complessiva, perde una partita che avrebbe potuto fare sua (+13 a quattro minuti dalla fine). L’Olimpia è un cantiere aperto - lo si sapeva fin dall’inizio - e chiude il girone di andata complicandosi la vita: due sconfitte in casa su tre partite al Forum non sono purtroppo di buon auspicio per l’ingresso alle Top 16.

 

Altre partite della serata  

 

Brose Baskets - Panathinaikos  79-76  

Maccabi Electra - Belgacom Spirou  69-59  

Real Madrid - Anadolu Efes  104-84  

Unics - Union Olimpija  81-51  

Montepaschi Siena - Asseco Prokom  84-73  

GS Medical Park - FC Barcelona Regal  66-70  

 

Partite giocate ieri, Mercoledì 16 Novembre 

Fenerbahce Ulker - Bennet Cantù  85-83 d1ts 

Caja Laboral - Gescrap BB  84-89  

Olympiacos - SLUC Nancy  91-78  

KK Zagreb - Zalgiris Kaunas  80-78  

CSKA Moscow - Unicaja  77-66