Ultima chiamata, Milano risponde presente

Davanti a un Forum ribollente di tifo l’EA7 s’impone per 88 a 83 rimandando a Siena il discorso scudetto. Bene nel finale Mancinelli e Bourousis. Mc Calebb si supera ancora una volta.

Ultima chiamata, Milano risponde presente
Milano
88
83
Siena
Ultima chiamata, Milano risponde presente

Ci siamo, siamo vivi! Questo è il grido che esce dal Forum di Milano dopo gara 4 della serie finale per l’assegnazione del titolo. Dopo 13 sconfitte subite per mano della Mens Sana, l’Olimpia interrompe il lungo dominio biancoverde nelle sfide per lo scudetto. L’EA7 esce tra gli applausi convinti del pubblico che sembra omaggiare con un tributo di ringraziamento la lunga corsa al tricolore. Con molta probabilità la squadra di Scariolo ha giocato l’ultima partita in casa della stagione anche se un lumicino di speranza rimane acceso.

Milano entra in campo subendo l’inizio impetuoso di Siena. I biancoverdi lanciano subito un messaggio chiaro mostrando la volontà di chiudere presto i giochi. L’Olimpia soffre i tiri dal perimetro della Mens Sana che colpisce con Stonerook e Carraretto. Il gioco milanese è confuso e privo di efficacia e dopo la prima frazione gli uomini di Pianigiani sono già avanti di 12 punti (12-24). Il giovane Melli, sicuramente il più continuo della serie finale, non ci sta e infila 5 punti che sanno di riscossa. Mancinelli e Bremer si uniscono alla causa e Milano rientra negli spogliatoi con lo svantaggio ridotto a 4 punti (33 a 37).

La pausa ritempra l’EA7 che produce il massimo sforzo in avvio di frazione piazzando un parziale di 11 a 0 (44-37 al 24’). Nei primi 7 minuti del terzo tempo per Siena va a segno solo Andersen (2 soli canestri dal campo) con 9 punti di fila. I biancoverdi sono schiacciati dalla difesa arcigna di Milano. Melli e Fotsis pagano cara la loro fisicità perché viene fischiato a entrambi il quarto fallo. Mancinelli entra di prepotenza nella partita e finalmente anche Bourousis diventa un fattore sotto il tabellone. L’EA7 mantiene un vantaggio costante sulla Mens Sana chiudendo il quarto sul 60 a 54.

Inizia l’ultimo periodo e due triple di Gentile e una di Mancinelli regalano a Milano il +11 (69 a 58 al 33’). Il match sembra incanalarsi sul binario biancorosso ma uno strepitoso McCalebb coadiuvato da Lavrinovic riavvicina Siena, che può tentare così il colpaccio finale. Alla tripla di Hairston risponde Stonerook, Lavrinovic porta Siena a -1. Cook e Bourousis non falliscono dalla lunetta sancendo la vittoria di Milano per 88 a 83 e allungando la serie a gara 5.