Houston, risolviamo il problema

Houston, risolviamo il problema

I Rockets sembrano i favoriti per l’ingaggio di Dwight Howard, il centro più dominante della NBA e tre volte eletto Defensive Player of the Year: insieme a Jeremy Linn potrebbe cambiare le sorti della franchigia.

L’anno scorso, a metá di una stagione deludente, Dwight Howard parlò forte e chiaro, facendo sapere di non gradire più la presenza dell’allenatore dei Magic, Steve Van Gundy. Gundy fu esonerato poche settimane più tardi, mentre Howard prolungava di un anno l’accordo con la franchigia della Florida. Finita la stagione, sono ricominciate le voci riguardo un suo possibile trasferimento. Howard vuole una squadra che lotta per il titolo, come i Lakers, ma potrebbe anche accettare una squadra che sta costruendo un gruppo all’altezza dei migliori.

In questo momento gli Houston Rockets sembrano essere una soluzione possibile: insieme ai Lakers e ad Howard, formano in triangolo da cui dovrebbe presto uscire qualche notizia. I Rockets sembravano vicini all'ingaggio di Jeremy Linn, il play che ha fatto sognare New York e contagiato la Grande Mela con la famosa Linnsanity dopo essere stato taglliato proprio dai Rockets a dicembre. Nella prima settimana di luglio gli offrirono un triennale a 24 milioni di dollari. Si attende una controfferta di New York. Ora stanno cercando di convincere Howard a far parte del progetto. Ma che squadra possono costruire intorno a lui? Per fare spazio al centro, hanno rescisso il contratto con l’argentino Luis Scola attraverso il meccanismo dell’amnesty cup, secondo quanto riporta Yahoo Sports. Scola riceverebbe i 21 milioni di dollari che avrebbe percepito nei prossimi tre anni e si farebbe da parte.

Esiste anche la possibilità che si trovi un accordo con i Lakers per avere Andrew Bynum e lasciare che Superman vada in California. È probabile che il giocatore preferisca i Lakers. Il taglio di Scola permette di aumentare lo spazio nel salary cap, necessario per poter ingaggiare un giocatore come Howard. Si annuncia un’altra telenovela estiva con Superman al centro dell’attenzione. Quando Howard fece sapere di voler cambiare squadra 8 mesi fa, fece i nomi dei Nets, Lakers e Mavericks come destinazioni preferite. I Brooklin Nets sembravano essere una possibilità concreta, finchè non hanno preferito prolungare il contratto con Brook Lopez abbandonando le conversazioni con Howard. I Magic sono anche alla ricerca di un nuovo coach: secondo Sport Illustrated i candidati al momento sarebbero Michael Malone (assistent coach dei Warriors), Jacques Vaughn (Spurs), Jeff Hornacek (Jazz), Lindsey Hunter (Phoenix Suns) e Brian Shaw (Pacers).