NBA Notizie

Summer League Las Vegas, parata di stelle sulla Strip

Summer League Las Vegas, parata di stelle sulla Strip

Terminata la quattro giorni di Orlando, è iniziato venerdì scorso a Las Vegas il più importante torneo di precampionato per la NBA.

Se la Strip di Las Vegas è sicuramente una delle più famose al mondo per la sua alta concentrazione di hotel e casinò anche la Summer League NBA può vantare tra i suoi partecipanti l’élite delle nuove stelle che animeranno il prossimo campionato professionistico americano.

L’anno scorso il lockout dei giocatori ha sacrificato il torneo di Las Vegas che torna quest’anno in prima linea. Ventiquattro squadre, sessanta partite dal 13 al 22 luglio. I rookie del 2011 e le matricole, fresche di draft, si daranno battaglia per mettersi in luce nel grande parco dei divertimenti che è l’NBA.

E’ annunciata la presenza di dodici delle prime scelte del draft di giugno, Anthony Davis non sarà della partita perché chiamato a sostituire in nazionale l’infortunato Griffin. Andre Drummond invece ha già partecipato con i Detroit Pistons alla Summer League di Orlando.

Fari puntati quindi su Kendall Marshall, nuovo playmaker dei Suns, che ha l’onere e l’onore di raccogliere la pesante eredità di Steve Nash. I Cleveland Cavaliers puntano invece su Kyrie Irving, rookie dell’anno, Dion Waiters, Tristan Thompson e Tyler Zeller.  I Kings sperano nell’esplosione di Jimmer Fredette, deludente nel suo primo anno NBA. I Trail Blazers, sempre a caccia di un allenatore, si affidano a Damian Lillard e Meyers Leonard. E poi da riscontrare la presenza del francese Evan Fournier, sotto contratto con Denver, unico straniero del torneo.

Partite giocate nella notte: Atlanta-Boston 69-87  Dallas-Toronto 85-75  Houston-Sacramento 113-91  Cleveland-Selezione D-League  94-88   Lakers-Miami  56-106   Clippers-Minnesota  64-73  Milwaukee-New Horleans  76-68