Temi del giorno:
Connect with facebook

Cassano e Balotelli già protagonisti al ritiro azzurro

Dopo i test fisici di settimana scorsa, oggi, a Coverciano, è ufficialmente iniziato il cammino azzurro verso Euro 2012. I trentadue pre-convocati da Prandelli, in questo mini ritiro, si giocheranno le chance di poter volare alla competizione che si svolgerà in Polonia ed Ucraina, tutto in pochissimi giorni, perchè entro il 29 maggio Prandelli dovrà scegliere i 23 fortunati. Nel primo allenamento sono Balotelli e Cassano a mettersi in mostra, realizzando una doppietta a testa e regalando sorrisi a tutti.

Cassano e Balotelli già protagonisti al ritiro azzurro
Cassano e Balotelli a Coverciano (AP Photo)

Passano i giorni, il conto alla rovescia è cominciato. Se settimana scorsa, a Coverciano, c'è stato solo un antipasto azzurro, fatto di test fisici e tanti abbracci, oggi, nel centro ufficiale della Federazione, è cominciata la vera "fase 1" della preparazione che porterà Prandelli a ridurre il gruppo, passando dagli attualmente trantadue giocatori, ai ventitre che potranno effettivamente partecipare ad Euro 2012 in Polonia ed Ucraina. La formazione del gruppo, purtroppo per il nostro staff tecnico, non è ancora completata poichè alcuni giocatori hanno appena concluso, nel weekend, la stagione agonistica, e cioè i tesserati di Juventus, Napoli, Pescara e Paris Saint-Germain. La situazione più problematica è tra le fila dei portieri, poichè sia Buffon che De Sanctis che Sirigu non hanno potuto ancora essere presenti, ma visto che Prandelli, su di loro, non ha dubbi ed è certo che, a meno di imprevisti, faranno parte del gruppone dei ventitre, il ct ha fatto una scelta particolare, permettendo a due giovanissimi ragazzi di fare una magnifica esperienza con la Nazionale maggiore: Lezzerini e Piscitelli, rispettivamente di Fiorentina e Milan, sono entrambi due Under 19, che già hanno collezionato presenze con le maglie azzurre giovanili e che potranno godersi qualche giorno di festa e lavoro a Coverciano insieme a quelli che, fino a ieri, probabilmente erano solo degli idoli per loro.

Nel frattempo Prandelli ha iniziato a fare lavorare il suo gruppo in questo primo giorno di ritiro azzurro con un allenamento svoltosi tra palestra, esercizi sul campo e partitella. Ad inizio sessione, il nuovo manto erboso, è stato benedetto da don Massimiliano Gabricci, ma il momento più interessante è stata sicuramente la partitella otto contro otto svoltasi nella parte finale dell'allenamento. In mostra si sono messi due tra i giocatori più attesi, ovvero Balotelli e Cassano che, come Destro, hanno realizzato una doppietta a testa, mentre Di Natale ci è andato vicino, segnando una sola rete, ma colpendo per ben due volta la traversa. Domani l'attività degli azzurri inizierà alle 10:30, ma c'è curiosità per la prima amichevole dei ragazzi di Prandelli, fissata per giovedì 24 maggio contro la Virtus Vecomp Verona, la quale avrà l'onore, dunque, di essere il primo vero e proprio test per il gruppone guidato dal tecnico di Orzinuovi il quale trarrà, da questo impegno, delle indicazioni molto importanti in vista della decisiva presentazione della lista ufficiale dei ventitre partecipanti prevista per il 29 maggio.

L'amichevole e gli allenamenti di questi giorni, anche se si svolgeranno a ritmi abbastanza blandi, saranno poi decisivi per valutare la condizione di tutti i ragazzi, anche quelli che settimana scorsa risultavano essere un pò acciaccati. De Rossi è sicuro di esserci, l'operazione al dito è andata bene e la riabilitazione non va a disturbare la preparazione col gruppo di Prandelli ed anche Giovinco sembra abbia quasi totalmente recuperato dal problema muscolare che settimana scorsa aveva fatto un pò preoccupare lo staff dell'Italia, tant'è che il piccolo talento del Parma è stato uno dei primi a giungere stamane a Coverciano ed ha svolto, col collega romanista, lavoro in palestra oggi pomeriggio, durante il primo allenamento. Più dubbi ed incertezze ci sono invece per quanto riguarda Chiellini e Montolivo: il primo si sapeva che avrebbe necessitato di tempo per riprendersi e nei prossimi giorni, molto probabilmente, incontrerà il dottore azzurro Castellacci per valutare i miglioramenti della sua condizione fisica; il secondo invece, appena diventato rossonero, sta mettendoci più tempo del previsto a recuperare dal problema muscolare che lo aveva bloccato nell'ultima giornata di campionato, infatti ora si parla di uno stiramento di pari entità di quello accorso al difensore della Juventus. Da valutare, dunque, la situazione fisica di entrambi, anche se i due saranno quasi sicuramente presenti nella lista dei ventitre ufficiali.