Il Montpellier è campione di Francia

Vittoria inutile del PSG sul campo del Lorient per 2-1 (aprono i padroni di casa con Monnet Paquet al 28’, ribaltano il risultato gli ospiti con Pastore, 61’, e Thiago Motta, 75’). Il Montpellier infatti vince ad Auxerre, già retrocesso, con lo stesso risultato ( la doppietta di Utaka risponde al goal iniziale di Kapo ) e si aggiudica la Ligue 1. Retrocedono in Ligue 2 il Caen ed il Dijon. Lilla ai preliminari di Champions, Lione in Europa League.

Il Montpellier è campione di Francia
Getty Images
Lorient
1 2
PSG
Lorient: Janot - Bourillon, Ecuele Manga, Koné, Le Lan - Coutadeur (86’ Emeghara), Monnet-Paquet, Mulumba, Romao, Mareque - Campbell.
PSG: Sirigu - Alex, Camara, Jallet, Maxwell - Chantôme, Matuidi (62’ Bodmer), Nene, Pastore, Thiago Motta - Gameiro (46’ Hoarau, 64’ Armand)

SCORE: 1-0, min.28' Monnet Paquet (Lorient). 1-1, min. 61', Pastore (PSG). 1-2, min. 75', Thiago Motta (PSG).
ARBITRO: Laurent Duhamel
NOTE: La partita si è giocata allo stadio Yves Allainmat

Il film della Ligue 1 2011/2012 siconclude alla 38esima giornata con la sceneggiatura definitiva di Remi Girard. Il Montpellier infatti si aggiudica per la prima volta nella sua storia il titolo e provoca una delusione enorme al Paris Saint Germain che aveva sperato fino all’ultimo di aggiudicarsi la Ligue 1. Al PSG vanno invece molti record e non tutto è da buttare. Prima di tutto il PSG con un gol in più del Lorient supera la sua miglior differenza reti. Inoltre i Parisiens eguagliano il record di goal fatti (75) e batte il record di punti già eguagliato la settimana scorsa portandolo ora a 79. Peccato solo perchè con un ulteriore gol a lorient il Psg avrebbe eguagliato anche la sua stagione più prolifica: 100 gol nel 1983.Nene vince la classifica cannonieri assieme a Giroud del Montpellier dopo che Pedro Pauleta era stato l’ultimo giocatore del PSG ad aggiudicarsela nella stagione 2006/2007.

Lorient - PSG

Il Lorient doveva cercare di fare il massimo per salvarsi e il PSG doveva vincere per forza per sperare nel titolo. La partita quindi non prevedeva nulla di scontato ed infatti sin dall’inizio le cose non sono andate di certo come tutti si aspettavano. Il Lorient passa in vantaggio con Monnet Paquet al 28’ con uno splendido colpo di testa in tuffo su cross di Mareque. Il PSG però cerca di reagire subito ed al 30’ Pastore si divora un goal davanti alla porta ben servito da Gameiro che aveva concluso un’ottima triangolazione con Matuidi sulla sinistra. In seguito al goal mancato la partita viene sospesa per 5 minuti per il lancio di fumogeni da parte dei tifosi. Brivido sul finire del pt con Sirigu costretto a deviare in tuffo un colpo di testa diretto sul secondo palo di Ecuele Manga.

Nel secondo tempo Ancelotti cambia subito il centravanti Gameiro con Hoarau ma la punta francese si divora il pallone del pareggio al 56’ con un colpo di testa che si spegne a lato. I Parisiens però insistono e mettono pressione ed il goal arriva grazie proprio alla determinazione degli uomini di Ancelotti. Al 61’ Pastore inizia un’azione servendo Jallet sulla destra, il terzino crossa al centro dove lo stesso fantasista argentino colpisce di testa sul palo, con Chantome che si avventa sulla respinta stoppata dall’intervento in extremis dei centrali del Lorient. La palla finisce però sui piedi di Pastore che di piatto destro insacca a porta vuota. 1-1 e qualche speranza in piu’ per i tifosi.Il goal porta linfa fresca ai Parisien che passano anche in vantaggio con Thiago Motta al 75’. Classico goal del numero 28 che di testa sugli sviluppi di un corner di Nene elude la marcatura e insacca indisturbato. 

Auxerre-Montpellier

Un goal di Kapo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra sblocca il risultato al 20’ gelando i tifosi del Montpellier. Quando a Lorient viene sospesa per lancio di fumogeni in campo, il Montpellier gela i Parisiens siglando il pareggio con Utaka (32’).

Nel secondo tempo la partita viene continuamente sospesa per lancio di oggetti in campo e il gioco ne risente con poco spettacolo e partita gestita dagli ospiti. Dopo l’ennesima interruzione c’è il tempo per Utaka di siglare il goal del 2-1 per la delusione dei giocatori del PSG attenti ad aspettare l’esito del match guardando gli schermi negli spogliatoi del Lorient. 

Il Lilla e Hazard chiudono alla grande

Forse il pubblico di Lilla sarà ritornato a casa anche un pò triste dopo la partita e l’esaltante prestazione di Eden Hazard considerando che il numero 10 sarà sicuramente un nome caldo nel prossimo mercato estivo ( PSG e Arsenal si sono già fatte avanti ) e molto probabilmente lascerà il club. Nonostante ciò, il Lilla ha chiuso alla grande davanti al proprio pubblico chiudendo il match già nel primo tempo: in rete Hazard, tripletta (10’, 27’ e 35’ su rigore), Tulio De Melo (23’) con l’unica rete ospite di Lemaitre (12’) per il temporaneo pareggio. Il Lilla chiude così a 74 punti, terzo in classifica e giocherà i preliminari per assicurarsi un posto nella Champions League 2012/2013. 

Il Lione in Europa League

Gli uomini di Remi Garde avevano già salvato la stagione, da definirsi quasi fallimentare, poche settimane fa aggiudicandosi la Coppa di Francia con una vittoria di misura contro l’US Quevilly. In campionato il Lione arriva al quarto posto, con 64 punti e chiude una stagione deludente perdendo in casa contro il Nice per 3-4. Molte le emozioni già nel primo tempo: aprono i padroni di casa con Lopez (20’) e Briand (26’), recuperano gli ospiti con Monzon (31’) e Coulibaly (36’) gioiellino che in molti tengono d’occhio per la stagione futura. Nella ripresa un’autorete di Lloris porta in svantaggio il Lione che riesce a pareggiare con Briand (69’) ma subisce il goal della sconfitta al 73’ di Goncalves. Il Lione giocherà l’Europa League 2012/2013.

All’Auxerre già retrocesso si aggiungono il Dijon e il Caen

L’Auxerre era già stato retrocesso in Ligue 2 la settimana scorsa ed è stato raggiunto nell’ultima giornata da Dijon e Caen. Per i primi l’impresa era a dir poco impossibile giocando in trasferta contro il Rennes, voglioso di chiudere bene davanti al proprio pubblico e in un ottimo stato di forma nonostante le due sconfitte consecutive con Montpellier e PSG che giocavano per il titolo e quindi con maggiori motivazioni. Si mette subito tutto male nel primo tempo per il Dijon che subisce la rete già al 9’ di Montano e resta addirittura in 10 nel pt con l’espulsione diretta di Sankhare. Ad inizio ripresa il raddoppio di Ekoko che chiude i giochi definitivamente dando il colpo del KO agli ospiti che finiscono in 9 uomini ( espulso anche Zarour al 71’) e ricevono un passivo terribile dopo gli altri goal di Pitroipa (51’), Ekoko (58’) e Hadji (82’). Il Caen perde invece a Valenciennes, in vantaggio al 37’ del pt con Aboubakar e non riesce piu’ a tornare in partita per ottenere quella vittoria che sarebbe valsa la salvezza. Il Valenciennes infatti raddoppia su rigore con Danic (68’), subisce il goal della speranza di Nivet (77’) me chiude i giochi con Cohade (87’). Si salvano in extremis l’Ajaccio, autore di un’impresa epica a Tolosa vincendo per 2-0 (doppietta di Cavalli 20’ e 31’), il Brest grazie ad un’ ottima vittoria esterna contro l’Evian Thonon Gaillard( Jemaa 50’), il Sochaux grazie ad un’ altra vittoria di misura contro il Marsiglia che non aveva nulla da chiedere (Boudebouz 55’).

Risultati della 38esima e ultima giornata della Ligue 1 :

Domenica 20 maggio 2012 alle 21h
AJ Auxerre - Montpellier Hérault SC 1-2
Evian TG FC - Stade Brestois 29 0-1
LOSC Lille Métropole - AS Nancy Lorraine 4-1
FC Lorient - Paris Saint-Germain 1-2
Olympique Lyonnais - OGC Nice  3-4
Stade Rennais FC - Dijon FCO 5-0
AS Saint-Etienne - Girondins de Bordeaux 2-3
FC Sochaux-Montbéliard - Olympique de Marseille 1-0
Toulouse FC - AC Ajaccio 0-2
Valenciennes FC - SM Caen 3-1

LA CLASSIFICA FINALE: Montpellier 82; Paris-SG 79; Lille 74; Lione 64; Bordeaux 61; Rennes 60, Saint-Etienne 57; Tolosa 56; Evian TG 50; Marsiglia 48; Nancy 45; Valenciennes 43; Nizza. Sochaux 42; Brest , Ajaccio 41, Lorient 40, Caen 38; Digione 36; Auxerre 34