Il PSG conclude il ritiro in Austria

Il PSG conclude il ritiro in Austria

Gli uomini di Carlo Ancelotti terminano il ritiro in Austria con il pareggio per 2-2 contro i russi del CSKA Mosca. Le reazioni di Ancelotti, Hoarau, Sakho e Lavezzi.

Aspettando a braccia aperte Thiago Silva e quasi definitivamente l’arrivo di Ibrahimovic nei prossimi giorni o settimane, il PSG ha terminato I suoi primi dieci giorni di preparazione in Austria con un’amichevole estiva contro il CSKA Mosca.La prima sgambata ufficiale, di mercoledi scorso, era stata di poco rilievo visto il livello degli avversari locali (9-0 il risultato finale) ma sabato pomeriggio il PSG ha affrontato i russi tre volti campioni di Russia e vincitori della Coppa Uefa nel 2005, e di certo visto lo spessore degli avversari i giudizi sul primo test importante possono essere definiti attendibili.La partita si è conclusa sul 2-2 con tutte le reti avvenute nel secondo tempo quando il PSG è passato in doppio vantaggio con le reti di Luyindula (59’) e Gameiro (64’) ma si è fatto riprendere da Dzagoev (68’) e Doumbia (78’) nel finale. 

Queste le reazioni di Carlo Ancelotti, Mamadou Sakho, Guillaume Hoarau et Ezequiel Lavezzi.

Carlo Ancelotti (Allenatore del PSG)

“ E’ stato un buon match, contro un team importante che debutterà in campionato la settimana prossima. Noi abbiamo avuto un certo controllo della partita e abbiamo praticato un bel gioco offensive.Peccato per i due errori che sono costati il pareggio nel finale ma la stanchezza può avere influito e quindi c’è ancora da lavorare. La performance globale è stata positive, abbiamo lavorato benissimo questi primi 10 giorni ed ora andremo negli Stati Uniti per giocare una serie di partite importanti contro squadre blasonate e continueremo la preparazione.”

Mamadou Sakho (Difensore del PSG)

“
Noi siamo tutti carichi e siamo pronti a ripartire per vincere. Il team sin dai primi giorni ha dimostrato voglia, professionalità e determinazione. Ognuno ha dato il Massimo anche in condizioni di stanchezza dovute ai carichi dei giorni scorsi e questo non puo’ far altro che bene.”Guillaume Hoarau (Attaccante del PSG)
”Siamo tutti in fase di preparazione e il calo è stato normale. L’avversario coriaceo inoltre ha influito perchè loro erano molto piu’ Avanti di noi. Bisona ripartire da quanto fatto di buono, migliorare la condizione e cominciare con le vittorie sin dale prossime partite amichevoli. "

Ezequiel Lavezzi (Attaccante del PSG)


“Mi sono sentito molto bene, un pò di fatica è normale dopo il duro lavoro di 4 giorni ma è tutto normale. Sono ritornato a giocare e mi sento al meglio. Per me è stato un match importante per cominciare ad addattarmi ai nuovi compagni e prendere confidenza con questo nuovo team.”

Insomma, Ancelotti sta facendo sin dai primi giorni un lavoro fondamentale basato sulla creazione del gruppo e sulle motivazioni da inculcare ad ogni giocatore. Certo, fino a quando continueranno ad arrivare giocatori del calibro di Lavezzi e Thiago Silva, in aggiunta ai talenti che già ci sono come Menez, Pastore, Sirigu, Thiago Motta, Alex e Menez tanto per citarne alcuni, Carletto può dormire sogni tranquilli. Di certo avrà tutti contro il prossimo anno, pronti a puntare il dito in caso di ogni passo falso ma il tecnico italiano sa benissimo come creare la mentalità vincente e gestire giocatori del calibro mondiale che ha a disposizione.

Riguardo al fronte mercato, Leonardo dovrebbe cercare di colmare il tallone d’achille sulla fascia destra, dove il solo Jallet non potrà garantire tutte le partite della stagione e di certo, per una squadra di campioni, c’è molto di meglio in giro per l’Europa.

I Blue et Rouge riprenderanno la preparazione a Camps des Loges per poi partire alla volta di Washington per il Tour in USA.