Anche Verratti presentato a Parigi: "Un grande orgoglio"

Il centrocampista ex-Pescara e' stato presentato oggi al Parco dei Principi poco prima di Zlatan Ibrahimovic

Anche Verratti presentato a Parigi: "Un grande orgoglio"
Verratti con la nuova maglia del PSG

Marco, questo martedi hai avuto il tuo primo allenamento al Camp Des Loges con i tuoi nuovi compagni, quali sono state le tue prime senzasioni ?

«Ho avuto un’eccellente impressione, mi sono allenato con dei giocatori che avevo visto solo davanti alla TV, il che e’ un motivo di grande orgoglio per me. Ho avuto un buon primo contatto con Carlo Ancelotti e sono troppo contento che abbia puntato su di me. E’ il sogno di ogni giovane giocatore arrivare in un grande club europeo e faro’ di tutto per rispondere alle persone che hanno creduto in me.»

Il grande pubblico ti scoprira’ la settimana prossima, cosa pensi di portare alParis Saint-Germain ?
« Effettivamente sono un po’ anonimo qua, contrariamente agli altri campioni che sono arrivati al PSG. Voglio dimostrare il mio talento, dato che ho solo 19 anni, e giochero’ per dare il massimo ed il moi apporto. Non vedo l’ora di scendere in campo per dimostrare tutto quello’ che posso fare.

Quali sono le tue idee di incontrare e conoscere Zlatan Ibrahimovic’ ?
« Giocatori come Ibrahimovic’, Pastore o Lavezzi, sono davvero una grande emozione ! Io saro’ contentissimo di prendere direzioni da loro, imparare qualsiasi dettaglio e apprendere qualsiasi utile consiglio mi possano dare. Una bella avventura comincia, non vedo l’ora di debuttare in Ligue 1»

Perche’ hai optato per Parigi ? Stai ancora sperando di ottenere una chiamata dalla nazionale italiana ?

« L’allenatore Cesare Prandelli non mi ha detto niente in particolare e colgo l’occasione per dagli la mia piu’ assoluta disponibilita’ di poter far parte della Nazionale Italiana. Qua vivro’ una grande concorrenza e questo mi fara ‘ crescere e progredire ancor di piu’.»

Cosa pensi della Ligue 1 ?
«E’ un campionato fisico, noi avremo una gran bella stagione davanti e speriamo di essere tra i principali protagonisti»

Uno dei tuoi soprannomi e’ regolarmente « il nuovo Pirlo ». Come vivi e che effetto ti fa questo paragone ?
« Pirlo e’ uno dei giocatori piu’ forti al mondo come regista. Io voglio provare ad imitarlo, prover o’ a far di tutto per diventare come lui dato che penso sia  il giocatore ideale per me e sarei orgoglioso di fare come la sua carriera. »