Citizens of England

All’ultimo respiro “El Kun” Aguero regala la Premier al City. I ragazzi di Roberto Mancini, sotto 2-1 al 90’ riescono in una clamorosa rimonta, battendo in casa 3-2 il Qpr. Dopo 44 anni il Manchester City si riprende la città

Citizens of England
Man City
3 2
Qpr
Man City: Hart, Zabaleta, Kompany, Lescott, Clichy, Yaya Toure (min. 46, De Jong), Barry (min.69, Dzeko), Nasri, Silva, Aguero, Tevez (min.75, Balotelli). All. Mancini.
Qpr: Kenny, Hill, Derry, Ferdinand, Taiwo, Onuoha, Wright Phillips, Barton, Cissè (min.49 Traore), Zamora (min.76 Bothroid), Mackie. All. Hughes.
SCORE: 1-0, min.39 Zabaleta; 1-1, min. 49 Cissè; 1-2, min.65 Mackie; 2-2, min.92 Dzeko, 3-2, min.94 Aguero.
ARBITRO: Ammoniti: min.77 Bothroid, min.90 Aguero. Espulso: min.54 Barton
NOTE: Ultima giornata Premier League. Etihad Stadium (48 mila spettatori).

All’inferno e ritorno. Il Manchester City si aggiudica il suo terzo titolo d’Inghilterra dopo una partita al batticuore. E dopo 44 anni d’attesa. Ma quanta paura all’Etihad Stadium. Il vantaggio di Zabaleta al 39’ del primo tempo sembrava l’inizio della festa per la squadra di Roberto Mancini. Prima Cissè e poi Mackie, però, hanno fatto rimettere in frigo la bottiglia pronta a essere stappata per l’occasione. Almeno fino alla rete di Dzeko che al 92’ ha restituito quel filo di speranza, che due minuti più tardi si è tramutata in una gioia pazzesca. I Citizens si riprendono Manchester. Ferguson e i suoi restano con l’amaro in bocca dopo aver assaporato per 30 minuti una vittoria ormai insperata. Ma alla fine mai arrivata. In classifica finisce 89 pari, ma a contare è la differenza reti.

HARAKIRI SFIORATO – Sul punteggio di 1-1 il Qpr resta anche in 10 a causa dell’espulsione di Barton per una gomitata. Ma il City incredibilmente va sotto punito dalla rete di Mackie. A quel punto Roberto Mancini le prova tutte gettando nella mischia Dzeko e Balotelli. E alla fine ottiene il risultato sperato. Con qualche sofferenza di troppo, ma forse con più gusto.

QPR SCONFITTA INDOLORE – Il Bolton pareggia 2-2 sul campo dello Stoke City e retrocede. Diventa quindi indolore il ko dei londinesi sul campo del City. Eppure gli uomini di Hughes hanno rischiato tanto, ma alla fine all’Etihad Stadium è partita una festa generale.    

FESTA ITALIANA – I due italiani del City, Roberto Mancini e Mario Balotelli, festeggiano fieri con la bandiera tricolore attaccata sulle spalle la grande impresa oltre Manica. E da ex interisti, non potevano che farlo con una pazza vittoria.


Манчестър Сити - Куинс Парк 3:2 di FootballKing2192