Premier League, tutti i gol della 5a giornata

Tutti i gol del 5° turno di Premier League: dalla vittoria sul filo di lana del Chelsea alla sfida-spettacolo di Anfield, passando per lo scontro Mancini-Wenger e le ambizioni da "grande" di Everton e WBA

Niente fuga per il Chelsea, anzi. Nella 5a giornata di Premier League il manchester United si rifà sotto, ai danni di un Liverpool la cui posizione in classifica è sempre più preoccupante. Perdono terreno City ed Arsenal, che all'Etihad non si fanno male, mentre le rivelazioni di inizio stagione Evertopn e WBA continuano a stupire.

CHELSEA-STOKE CITY 1-0. I Blues tengono la vetta, ma che sofferenza. Di Matteo dà respiro solo a Terry e Lampard dopo le fatiche contro la Juventus ed il Chelsea tiene palla egregiamente come suo solito, ma senza riuscire a sfondare. Sempre più evanescente Torres, mentre il man of the match di Champions Oscar si fa vedere solo dalla distanza. Nella ripresa Lampard entra, prende possesso del centrocampo e gli uomini di Pulis capitolano a cinque minuti dalla fine: Ivanovic dalla destra pesca Mata in piena area di rigore, geniale tacco dello spagnolo che libera Cole davanti al portiere, il cui colpo sotto non è stilisticamente impeccabile, ma vale 3 importantissimi punti.

LIVERPOOL-MANCHESTER UNITED 1-2. Dal paradiso all'inferno. Ad Anfield il Liverpool domina la partit per gran parte del primo tempo, poi Shelvey decide di abbattere Evans e lascia i suoi in 10 uomini. Ma ai reds l'inferiorità numerica non basta e ad inizio ripresa passano subito con Steven Gerrard. Lo United si scuote, pareggia subito con una splendida rete di Rafael ed incassa i 3 punti col la potenza dal dischetto di Van Persie. Gli inseguitori del Chelsea sono i Diavoli Rossi, Liverpool in piena zona retrocessione

MANCHESTER CITY-ARSENAL 1-1. Delude il Manchester City di Mancini, sorprende lo spuntato Arsenal di Wenger. A passare sono i Citizens con uno stacco imperioso di Lescott su uscita a vuoti di Mannone (poi straordinario nel resto del match). Nella ripresa Koscielny rimette risultato e bilancia a posto: 9 punti, 2 vittorie e 3 pareggi per entrambe le squadre. E la vetta è a -4.

TOTTENHAM-QUEENS PARK RANGERS 2-1. Il QPR si affossa con le proprie mani: il gol nel primo tempo di Defoe viene bissato da una maldestra autorete di Faurlin, che infila di petto il proprio portiere, insaccando un pallone che stava accomodandosi placidamente sul fondo. Vano il gol del 2-1 di Zamora. Gli Hotspurs incassano la seconda vittoria in campionato, il QPR vi rimane ancorato nei quartieri bassi.

SWANSEA CITY-EVERTON 0-3. L'Everton continua a stupire e torna dalla tutt'altro che facile trasferta in terra gallese con 3 reti ed altrettanti punti all'attivo. Anichebe e Mirallas mettono il risultato già al sicuro nei primi 45 minuti, nella ripresa Dyer riesce nell'impresa di farsi espellere 15 minuti dopo l'ingresso in campo - rimediando due cartellini in 180 secondi - e per il blue-side di Liverpool controllare il match (e mettere il sigillo con Fellaini) è poco più che routine.


SOUTHAMPTON-ASTON VILLA 4-1. Prima vittoria interna in lussuosa rimonta per i Saints. L'Aston Villa mette la testa avanti con Bendt, nella ripresa la valanga biancorossa travolge i Villans: doppio lambert, Clyne ed un autogl di Clark significano ossigeno puro per gli uomini di Nigel Adkins, dopo 4 ko consecutivi.


WEST HAM-SUNDERLAND 1-1. Imbattuti, ma ancora a secco di vittorie: è questo il curioso inizio di campionato per il Sunderland del bomber Fletcher (a segno ancora, rete numero 4). Ad Upton Park gli Hammers si salvano solo al 93' con Nolan.


WEST BROMWICH ALBION-READING 1-0. I Baggies sono un'altra bella sorpresa di inizio stagione. Contro il Reading ultimo in classifica il WBA spreca tanto e deve ringraziare la iporeattività di McCarthy sul tutt'altro che irresistibile sinistro dal limite di Lukaku al 71'. Ma quando i 3 punti arrivano anche così, forse il morale ne guadagna più di una vittoria in scioltezza.

WIGAN ATHLETIC-FULHAM 1-2. Rodallega e Duff lanciano il Fulham e gelano i 20mila del DW Stadium, Konè al 91' riesce solo a rendere meno amara la sconfitta dei padroni di casa. Nota di colore: al 14' l'arbitro Probert finisce falciato da un doppio tackle a centrocampo ed espelle ironicamente un giocatore del Wigan. Non il mediano del Fulham Sidwell, che lo aveva involontariamente (?) falciato da dietro.

 

NEWCASTLE-NORWICH CITY 1-0. Ai padroni di casa basta la segnatura sul filo del fuorigioco di Demba Ba nei primi 45 minuti, in una partita giocata a rimti tutt'altro che vertiginosi da ambedue le parti.