Valencia, una 'remuntada' per la finale

Valencia, una 'remuntada' per la finale

Al Mestalla i padroni di casa necessitano di una rimonta storica, per ribaltare il 2-4 dell'andata al Calderon. Il gol di Tino Costa al 94' del match di Madrid comunque lascia viva qualche speranza, anche se la formazione di Simeone ha già dimostrato di poter fare malissimo soprattutto con il suo centravanti Falcao.

Valencia
Atl. Madrid / 21.05

Probabilmente, senza il gol di Ricardo Costa arrivato a tempo abbondantemente scaduto, la gara di stasera rischierebbe di diventare poco più che una passerella per i Colchoneros di Diego Simeone, dominatori del match di andata ma ancora in bilico per via di un risultato che ancora lascia delle chance ad un Valencia chiamato comunque all'impresa. Il tecnico basco dei valenciani Unai Emery, al passo d'addio (lascerà la squadra a fine stagione), ha definito il derby di stasera come "la gara più importante della sua carriera". Probabilmente, sarà anche la più difficile.

QUI VALENCIA - Per tentare di strappare il pass per Bucarest, il Valencia riproporrà il 4-2-3-1 classico, con il rientro di Barragan nel ruolo di esterno basso sulla corsia destra. Dall'altra parte agirà Jordi Alba, con Rami e Ricardo Costa in mezzo. A centrocampo, il dubbio di Emery riguarda il centrocampista che affiancherà Albelda, con il ballottaggio tra Tino Costa e il più offensivo Canales. Davanti, ovviamente agirà Roberto Soldado, con il trio Feghouli-Jonas-Mathieu a supporto. Servirà un assedio, e anche un pò di fortuna: il Valencia è pronto.

QUI ATLETICO - Il 4-2 dell'andata costituisce una cambiale pesante da vantare, ma la prudenza è d'obbligo perchè una rete del Valencia cambierebbe tutto. Simeone non stravolgerà il suo credo tattico, mantenendo un modulo speculare a quello degli avversari. Al rientro, Godin assente all'andata e Juanfran, con il giovane Dominguez e Filipe a completare il pacchetto arretrato. In mezzo Suarez e Tiago dovranno sostenere la batteria di trequartisti formata da Diego, Arda Turan e Salvio (anche se è vivo il testa a testa con Adrian Lopez), mentre davanti Radamel Falcao sarà al suo posto, dopo le magie della gara di andata.

Arbitrerà lo sloveno Skomina, si parte alle ore 21.05.