Cagliari, Ficcadenti: "Ci abbiamo messo del nostro"

L'allenatore degli isolani spiega la sconfitta maturata a Roma contro la Lazio

Cagliari, Ficcadenti: "Ci abbiamo messo del nostro"
Massimo Ficcadenti (Getty Images)

È arrivata la prima sconfitta sconfitta per Massimo Ficcadenti da quando è stato richiamato alla guida del Cagliari. All'Olimpico i rossoblu sono cadutti nel finale a causa del gol di Modibo Diakitè, che ha deciso il risultato: "Prendere gol nel finale non fa mai piacere, poi l'abbiamo fatto su una palla inattiva abbastanza leggibile e questo mi fa arrabbiare. Nella prima mezzora abbiamo giocato bene, poi siamo calati, abbiamo lasciato troppo campo e il gol è logica conseguenza dell'atteggiamento remissivo che abbiamo tenuto", le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di 'Mediaset Premium'.

I rossoblu non hanno saputo capitalizzare al megliol'equilibrio che ha guidato il match per gran parte del tempo, soprattutto nei primi 45 minuti: "La prestazione mi è piaciuta, ma abbiamo sbagliato nell'ultimo passaggio e nell'aver arretrato troppo. Dovevamo aggredire di più nella ripresa, cosa che invece abbiamo fatto nel primo tempo. La Lazio aveva grande determinazione, però noi ci abbiamo messo del nostro". L'insuccesso non preoccupa però il tecnico di Fermo: "La squadra può respirare ora con la vittora di domenica scorsa. Sicuramente oggi potevamo fare di più, stiamo bene e sono sicuro che faremo un finale di campionato positivo".

Chiusura dedicata al commento di alcuni degli episodi che hanno determinato il match: "Fallo su Ibarbo? Si vede chiaramente che Ibarbo aveva già calciato in porta, ma l'intervento di Marchetti è chiaramente sulla gamba. Il danno procurato è evidente, inoltre la palla non era ancora uscita e quindi era ancora giocabile per i compagni. Per me è rigore", le parole riportate da 'TuttoCagliari'.