Cagliari, Ficcadenti: "Una domenica positiva"

Conti ed Ekdal in coro: "Siamo vicini alla salvezza"

Cagliari, Ficcadenti: "Una domenica positiva"
Massimo Ficcadenti, allenatore del Cagliari (Getty Images)

Un Massimo Ficcadenti soddisfatto ha commentato la seconda vittoria del suo nuovo corso in rossoblu, seguita alla sconfitta subita nel finale contro la Lazio: "La squadra ha risposto bene. Siamo andati in vantaggio, avremmo potuto segnare il secondo gol e abbiamo controllato la gara in maniera tranquilla. una domenica positiva per noi: anche gli altri risultati sono stati favorevoli". Come spesso accade, il tecnico rossoblu deve ribattere al disappunto di chi lo reputa troppo teso al gioco difensivo:  "Anche le squadre più titolate chiedono agli attaccanti di rientrare: non è difensivismo, ma compattezza ed equilibrio. Si attacca e si difende tutti insieme". Sabato i rossoblu dovranno vedersela con l'Inter: "Non ho visto la loro partita di oggi, hanno segnato cinque gol quindi vuol dire che gli attaccanti sono in forma mentre forse in difesa scontano ancora qualcosa, dato che hanno preso quattro reti. Bisognerà essere attenti con i centrocampisti e dare il massimo perchè l'Inter rimane una squadra formidabile. Dove giocheremo? Non lo so, certo che giocare in uno stadio così non è l'ideale per i calciatori e nemmeno per i tifosi che vengono a sostenerci".

Il primo gol è stato segnato dal capitano Daniele Conti: "Siamo più vicini alla salvezza - le parole del centrocampista di Nettuno - Non abbassiamo la guardia, ci sono ancora tante partite da giocare e dovremo ancora lottare. Il cambio di panchina? Cambiare allenatore dà sempre una scossa in un modo o nell'altro". Dello stesso avviso il difensore Lorenzo Ariaudo, oggi chiamato a sostituire lo squalificato Davide Astori: "Ci siamo allontanati dalla zona calda, dietro di noi sgomitano squadre anche prestigiose. Abbiamo segnato il primo gol, sapevamo di dover stare tranquilli e siamo riusciti a difenderci bene. Adesso pensiamo a raggiungere quota 40 e cercare di fare più punti possibile".
 
Ennesima prova di spessore per Albin Ekdal: "Ancora 3 punti e potremo dirci salvi - afferma con convinzione la mezzala svedese -. Abbiamo giocato un'ottima gara, l'Atalanta la conosciamo, è forte e compatta, l'ha dimostrato anche oggi. Tutta la squadra ha lottato e sofferto: personalmente posso dirmi contento, rispetto al primo periodo di Ficcadenti ho lavorato tanto per crescere e ora ne raccolgo i frutti".
 
Tra i protagonisti della giornata figura anche Vlada Avramov, subentrato al titolare Michael Agazzi tra i pali dopo che quest'ultimo si è infortunato nel corso del primo tempo:  "A Cagliari sento la fiducia di tutti, compagni e Società: se ho fatto bene è anche merito loro. Ho sempre detto che fare il secondo è più difficile che fare il primo: giochi raramente e quando ti capita non devi sbagliare nulla. La parata più difficile è stata quella sul tiro di Carmona, ma non è corretto dire che ho salvato il risultato: il risultato l'hanno salvato tutti. Una vittoria importante, ci mancano ancora 3 punti per essere sicuri della salvezza", le parole riportate sul sito ufficiale del club isolano.