Cesena, tanti assenti per la trasferta di Genova

Cesena, tanti assenti per la trasferta di Genova

Dopo i tre risultati utili consecutivi, il Cesena di Mario Beretta salirà al Marassi di Genova per affrontare i rossoblù. Continua l'emergenza di formazione, sono tanti gli infortunati soprattutto in difesa.

Genoa
Cesena / 20:45

Se nel derby contro il Bologna di domenica scorsa Beretta aveva gli uomini contatissimi in avanti, ora con i recuperi di Adrian Mutu e Dominique Malonga, l'emergenza si sposta dietro. Infatti Parolo è ancora fermo ai box e Martinez, come si da molte settimane, resterà fermo sino a fine stagione. Nel pacchetto difensivo, Von Bergen soffre di un affaticamento ai flessori della coscia destra, mentre Comotto si è procurato una frattura al mignolo della mano destra. Entrambi non sono stati convocati, cosa diversa invece per Colucci, presente in lista dei 21 partenti, soffre per un affaticamento agli adduttori. In difesa quindi ci sono i problemi maggiori: Ceccarelli rientrerà di certo, mentre al centro potrebbe essere schierata la coppia Moras – Rodriguez con Lauro a sinistra (Pudil è fermo ai box). L'unica nota positiva è il rientro di Guana, pienamente arruolabile che probabilmente sarà il perno di centrocampo al posto del capitano. Ravaglia sarà il secondo portiere, infatti Calderoni ha ancora problemi alla schiena ed è quindi stato aggregato Tonti come terzo, che sarà in tribuna. Altri due Primavera come Urso i Filippi sono stati chiamati ma difficilmente faranno parte della sfida di campionato.

 

Nella rifinitura di oggi a porte aperte ha parlato Mario Beretta al Centro Sportivo Conte Alberto Rognoni alla stampa. "A me non piacciono le frasi fatte per cui dico che temiamo il Genoa, una squadra che ha grandi giocatori di qualità come Palacio, Sculli, Marco Rossi, Gilardino e tanti altri per cui dovremo per forza fare una partita attenta anche perché giocare al Marassi non è mai facile. Penso che non ci si debba vergognare nel dire che si teme un avversario, la paura può essere uno stimolo a tenere alta l'attenzione." Ampio rispetto quindi del tecnico bianconero per la formazione di casa.

 

Andando oltre al turno infrasettimanale di mercoledì, domenica arriverà la capolista Juventus. Tifosi già in delirio per lìimportante appuntamento e nel primo giorno di prevendite si sono viste lunghissime file ai botteghini del Manuzzi e di tutti i punti vendita della città romagnola. Ci si avvia quindi al tutto esaurito.