Mutu e Iaquinta non ci saranno contro la Juve

Mutu e Iaquinta non ci saranno contro la Juve

Molti i guai in formazione: Mutu, Iaquinta assenti in avanti e Von Bergen è squalificato

Cesena
Juventus / 18:00

Nessun giorno di riposo per la truppa di Beretta dopo il pareggio casalingo contro il Palermo ottenuto domenica scorsa al Manuzzi. Lunedì seduta defatigante per chi era sceso in campo, mentre seduta normale per tutti gli altri. Oltre ai soliti Martinho, Martinez, Pudil infortunati, anche Maurizio Lauro ha accusato il colpo ricevuto al collo e dopo esami clinici ha dovuto portare il collare. Martedì la squadra si è allenata al Manuzzi a porte aperte e la rifinitura di oggi è avvenuta a Villa Silvia nel primo pomeriggio. Senza Von Bergen, assente a causa della squalifica, ci sarà quindi Rodriguez, non sono stati convocati nemmeno Mutu e Iaquinta: per il primo ci sono problemi al flessore, mentre per il secondo la schiena è dolorante. Dentro quindi Malonga e Rennella supportati da Santana in grande forma, con il rientro di Parolo in mediana sin dal primo minuto sostenuto da Arrigoni e Colucci a formare la linea mediana. Dietro, quindi, Antonioli, Ceccarelli, Moras, Rodriguez e l'arruolabile Lauro. Nella lista dei convocati compaiono anche i nomi dei Primavera Tonti, Lolli e Filippi. L'apertura dei cancelli del Manuzzi domani sarà già alle 15.30 per consentire più facile l'afflusso del pubblico all'impianto.

 

Sfumato il primo fioretto di Beretta, in caso di vittoria contro i rosanero avrebbe dovuto percorrere Cesena – Sarsina in bicicletta, non rimane che quello per la salvezza. "Noi dovremo fare una prestazione al di sopra delle nostre possibilità dando più del 100% e sperare che la Juventus non sia al massimo perché altrimenti si fa dura. Serve una grande prova sia fisicamente che mentalmente." La grande corazzata Juventus capolista fa veramente paura. "Ho visto la vittoria della Juventus contro la Roma domenica sera, è una grande squadra con grande forza fisica e mentale. Non ha ancora perso in campionato e questo la dice tutta sui valori della squadra di Conte. E' favorita sulla corsa allo scudetto, soprattutto sotto il profilo mentale, i rossoneri hanno avuto alcuni risultati negativi mentre la Juventus attraversa una grande condizione." Con tutta probabilità arriverà anche la matematica a condannare i bianconeri di Romagna: infatti la retrocessione in caso di sconfitta sarà certa, salvo il calcioscommesse che potrebbe ribaltare gli esiti del campo.