Fiorentina per la salvezza, Novara per la speranza

Domani sera al "Franchi" andrà in scena il match tra Fiorentina e Novara. I toscani sono alla ricerca della vittoria per conquistare la salvezza, i piemontesi vogliono provarci fino alle fine sperando nei passi falsi di Genoa e Lecce. Molti dubbi da entrambe le parti, restano fuori Caracciolo e Mascara, mentre Behrami potrebbe giocare nonostante la febbre. Niente conferenza stampa per Delio Rossi, con conseguenti polemiche, invece ha parlato Attilio Tesser.

Fiorentina per la salvezza, Novara per la speranza
Fiorentina
Novara / 20.45
Getty Images

La sconfitta di Bergamo costringe la Fiorentina a centrare i tre punti contro il Novara, in modo tale da arrivare alla trasferta di Lecce con la salvezza in tasca. Ecco i ventidue convocati di Delio Rossi per la partita di domani sera: Acosty, Behrami, Boruc, Camporese, Cassani, Cerci, De Silvestri, Felipe, Gamberini, Jovetic, Kharja, Lazzari, Ljajic, Marchionni, Montolivo, Nastasic, Natali, Neto, Olivera, Pasqual, Romulo, Salifu. Mancano all’appello gli infortunati Kroldrup, indisponibile da inizio stagione, Amauri e Vargas. In porta rientra Boruc dopo il turno di squalifica, blocco difensivo confermato, anche se Gamberini potrebbe soffiare a Camporese la maglia da titolare. A centrocampo c’è l’incognita Behrami, che potrebbe recuperare in tempo dalla sublussazione alla clavicola patita contro l’Atalanta, ma resta in dubbio perché febbricitante; il grande carattere dello svizzero potrebbe permettergli di superare questi problemi fisici, consentendo così a Rossi di schierarlo domani sera. Nel caso in cui Behrami non ce la facesse, pronto Salifu oppure Montolivo, che ritorna tra i convocati dopo due esclusioni consecutive. Confermati gli altri uomini del centrocampo, in attacco accanto a Jovetic giocherà uno tra Ljajic e Cerci, con il serbo leggermente favorito.

Il Novara deve vincere per sperare nella salvezza, anche se otto punti a tre giornate dalla fine sono molti e rendono l’impresa dei piemontesi molto difficile. Reduci dalla pesante sconfitta nel derby contro la Juventus, Tesser ha intenzione di cambiare ancora il suo Novara in vista della trasferta fiorentina. Sono ventuno i convocati dal tecnico veneto: Centurioni, Coser, Dellafiore, Fontana, Garcia, Gemiti, Jeda, Jensen, Lisuzzo, Ludi, Mazzarani, Morganella, Morimoto, Paci, Pesce, Porcari, Radovanovic, Rigoni, Rubino, Silva, Tonozzi. Non convocati Caracciolo, febbricitante, e Mascara, fermo per una fascite plantare, mentre per il rientrante Jeda dovrebbe partire dalla panchina. Per fronteggiare la Fiorentina Tesser pensa al ritorno della difesa a cinque, con il ritorno di Gemiti a sinistra e di Morganella a destra dopo la giornata di squalifica. A centrocampo piccolo turn-over con Pesce tenuto a riposo e Radovanovic pronto a prenderne il posto, mentre in attacco è obbligata la scelta del tandem Rubino-Morimoto. Arbitrerà la sfida Giannoccaro di Lecce.

Niente conferenza stampa pre-partita di Delio Rossi perché domani non saranno in edicola i quotidiani, decisione che ha generato la reazione dell’altra faccia del giornalismo, quella di web, radio e tv, le cui posizioni sono state sostenute da un comunicato congiunto di Associazione Stampa Toscana, Ussi Toscana e Ordine dei giornalisti della Toscana, visibile qui, e dal seguente comunicato della redazione toscana del tgr RAI: “La Fiorentina non ha organizzato la conferenza stampa dell'allenatore Delio Rossi alla vigilia della partita contro il Novara, considerando che oggi i giornalisti della carta stampata non lavorano e che quindi i quotidiani domani non saranno in edicola. I giornalisti RAI ritengono la decisione inaccettabile, visto che i telegiornali e le trasmissioni nazionali sono e saranno regolarmente in onda. Sull'argomento sono intervenuti anche l'Associazione Stampa, l'Ordine dei Giornalisti e l'Unione Stampa Sportiva Italiana giudicando singolare e poco convincente la motivazione con cui la Fiorentina ha cancellato la conferenza stampa e richiedendo quanto prima un incontro tra le parti che affronti complessivamente le questioni del rapporto tra società e giornalisti".

In casa Novara, Attilio Tesser ha tenuto la consueta conferenza stampa pre-partita. Queste le sue dichiarazioni: “Restano a Novarello Caracciolo, perché ha avuto la febbre, e Mascara, per una fascite al piede che gli crea problemi e spero che in questi 2-3 giorni possa recuperare con la fisioterapia in modo da averlo disponibile per la partita contro il Cesena. C’è stanchezza fisica in generale, siamo alla quarta partita in dodici giorni. L’unica cosa da valutare è qualche ricambio, sicuramente in mezzo al campo, ho visto Pesce molto stanco, ma ritoccheremo qualcosina per ogni reparto. Ci schiereremo speculari a loro, soprattutto se dovesse giocare Cerci. Ad oggi sono più propenso ad una difesa a cinque, mentre davanti giocherà sicuramente Rubino con accanto uno tra Morimoto e Jeda. Se dovessimo giocare con il centrocampo a quattro giocherà Jensen. Prevalentemente guardo l’aspetto tecnico dell’avversario, sotto quello caratteriale mi aspetto massimo impegno dai miei ragazzi. Loro vorranno fare la partita, vogliono raggiungere la salvezza, giocano in casa e mi aspetto che siano aggressivi. Starà a noi non concedergli tutto questo, mi aspetto molto dalla prestazione dei miei”.