Nella festa Inter, Pazzini stona: "Me ne vado"

Nella festa Inter, Pazzini stona: "Me ne vado"

E' una serata di festa a Pinzolo, il pubblico accoglie nella piazza nel paese tutta la squadra in ritiro in Trentino, compresi i nuovi arrivati Silvestre ed Handanovic accolti con cori ed ovazioni. Ma è Pazzini a spiazzare tutti, perchè dal palco comunica ai tifosi il suo addio all'Inter.

Pinzolo è invasa dai nerazzurri, lo dicono i numeri incredibili di migliaia e migliaia di persone già giunte nel paese del Trentino in questi primi due giorni di ritiro per assistere agli allenamenti del team guidato da Stramaccioni. Con un pubblico così caldo, la festa in Piazza San Giacomo con cui l'Inter ha deciso di presentare la squadra al pubblico aveva tutti i giusti presupposti per essere una grande serata, ma anche nelle feste e nelle serate migliori qualcosa può andare storto. A stonare, in questo spartito festaiolo nerazzurro, è la nota di Giampaolo Pazzini che, intervistato dal giornalista di Inter Channel Scarpini, sul palco, dichiara che la sua storia all'Inter è finita.

POCHE MA CHIARE PAROLE - "Non faccio parte del progetto della squadra, quindi devo andare via". Poche parole, perchè questo prevedeva la scaletta, ma usate totalmente: Pazzini spiazza tutti ammettendo candidamente che la sua carriera nerazzurra è arrivata al capolinea poichè il progetto iniziato da dirigenza e Stramaccioni va in un altra direzione rispetto ai suoi piani. La piazza affollata si ammutolisce per qualche secondo, ma poi iniziano i cori: "Resta a Milano, dai Pazzo resta a Milano, resta a Milano! Dai Pazzo resta a Milano!". Difficile che questo urlo dei tifosi convinca giocatore, ma soprattutto dirigenti e staff tecnico, a cambiare programmi per il futuro. Di certo c'è che ciò dimostra quanto l'attaccante sia stato in grado di farsi amare in un anno e mezzo passato sotto al Duomo, seppure tra alti e bassi in termini di gol segnati.

RITORNO A GENOVA? - La festa riprende, va avanti, ma di certo il momento che tutti ricorderanno sarà questo e difficilmente si parlerà di altro, anche perchè ora partirà il toto squadra per Pazzini. Si è detto, in questi giorni, di un suo possibile ritorno alla Sampdoria, affare che faciliterebbe lo sbarco definitivo in nerazzurro del centrocampista Poli, ma nulla è ancora certo e le parole rilasciate a Pinzolo dall'attaccante potrebbero definitivamente aprire le porte all'interesse di altri club. Nonostante ciò, l'entusiasmo è stato tanto, soprattutto per l'immortale capitano Zanetti (migliore nei test fisici di squadra e migliorato rispetto all'anno scorso, una macchina) e per i nuovi arrivati Silvestre ed Handanovic, alle prime parole da interista essendo giunto proprio in giornata a Pinzolo. Oltre al caso Pazzini, anche qualche coro della tifoseria contro Lucio ed a favore di Julio Cesar, rimasto a Milano ed al centro di un vero e proprio giallo di mercato. Nella perfetta orchestra della festa nerazzurra, qualche nota fuori posto ancora c'è e l'Inter sta lavorando affinchè, a fine agosto, tutto suoni invece al meglio.