Partita Inter-Juventus in diretta, quarta giornata Serie A 2016-2017 LIVE. Derby d'Italia all'Inter! (2-1)

Segui con noi su Vavel Italia la diretta testuale live di Inter-Juventus, primo posticipo della quarta giornata di Serie A. L'Inter è chiamata a rispondere alla valanga di critiche piovute negli ultimi giorni. La Juventus, dopo il pareggio in Champions, vuole continuare la cavalcata verso lo Scudetto.

Partita Inter-Juventus in diretta, quarta giornata Serie A 2016-2017 LIVE. Derby d'Italia all'Inter! (2-1)
I protagonisti di Inter-Juventus
Inter: Handanovic; Santon (Mirangue, 78'), Miranda, Murillo, D'Ambrosio; Joao Mario, Medel (Felipe Melo, 74'); Candreva, Banega, Eder (Perisic, 68'); Icardi.
Juventus: Buffon; Benatia (Barzagli, 25'), Bonucci, Chiellini (Pjaca, 79'); Lichtsteiner, Asamoah, Khedira, Pjanic, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic (Higuain, 73').
SCORE: 0-1, 65', Alex Sandro. 1-1, 67', Icardi. 2-1, 77', Perisic.
ARBITRO: Tagliavento. Ammoniti: Lichtsteiner (18'), Barzagli (28'), Asamoah (45'+1'), Medel (46'), Banega (84' e 89'). Espulsi: Banega (89').
NOTE: Posticipo della quarta giornata della Serie A. Stadio Giuseppe Meazza.
Inter
2 1
Juventus

 

20.05 Per il derby d'Italia dunque è tutto. Davide Marchiol Vi saluta e Vi ringrazia per l'attenzione. Vi invito a restare connessi col sito per tutte gli aggiornamenti su questa partita e sul secondo posticipo. Vi ricordo il risultato: Inter batte Juventus 2-1.
20.04 Non sarà soddisfatto Allegri, che dopo lo 0-0 col Siviglia vede interrompersi la striscia vincente in campionato.
20.03 Male la Juventus, che raramente è riuscita a rendersi pericolosa. Molto lenta la manovra ed esterni che non sono riusciti a fare bene entrambe le fasi, concedendo qualcosa o in attacco o in difesa.
20.01 La prestazione dell'Inter è stata ottima. Difensivamente perfetta. Ha avvolto bene la Juventus sulle fasce, servendo bene Icardi, decisivo con un gol e un assist.
20.00 Insomma, è sempre pazza Inter. Dopo sconfitte incredibili e tante polemiche arriva quindi la grande vittoria nel derby d'Italia. Successo ancora più glorioso se consideriamo i giocatori a disposizione della Juventus. De Boer per ora è dunque al sicuro.
95' FINISCE QUI!
95' Ammonito Handanovic per perdita di tempo.
94' Tiro di Dybala, palla fuori.
91' Partono praticamente ora i quattro minuti di recupero.
90' OCCASIONE JUVE! Palla alta in area, Khedira si avventa sulla sfera, Handanovic lo anticipa di un secondo, ma non riesce ad evitare lo scontro con il tedesco. Inutile la sforbiciata di Higuain, Tagliavento aveva fischiato infatti il fallo sul portiere.
89' SECONDO GIALLO PER BANEGA! INTER IN DIECI!
86' Buona percussione di Perisic con tiro ribattuto da Asamoah. Juventus che sembra aver subito il colpo psicologico.
84' Ammonito Banega.
83' PJANIC! Punizione dalla sua mattonella, palla di un soffio troppo alta.
 

 

 
 

80' HIGUAIN! Girata pericolosissima del Pipita, palla sul fondo.
79' CAMBIO JUVENTUS: esce Chiellini, entra Pjaca.
78' CAMBIO INTER: esce uno stremato Santon, entra Miangue.
78' PERISIC! Tiro del croato, Buffon respinge.
77' FIltrante alto per Icardi, l'argentino controlla ma non riesce a superare Buffon, mette allora un pallone d'esterno FANTASTICO per la testa di Perisic, che angola abbastanza e insacca.
77' PEEEEEEEEERRRIIIISSSIIIIICCCC!!! INCREDIBILE AL MEAZZA!!! L'INTER RIMONTA E RIBALTA LA JUVE!!!
76' Buona apertura per Perisic sulla sinistra, ma l'ex Wolfsburg si perde nei dribbling e l'occasione sfuma.
74' CAMBIO INTER: esce Medel, entra Felipe Melo.
73' CAMBIO JUVENTUS: esce Mandzukic, entra Higuain.
 

 

 
 
 

 

 
 

72' Icardi a terra in area, chiede il rigore, ma l'arbitro dice no.
71' Capannello ora attorno a Tagliavento per un fallo su Perisic, entrato subito dopo il gol per Eder.
 

 

 
 
 

 

 
 
 

 

 
 

67' Sempre cross in mezzo, Icardi svetta su tutti e trafigge di testa Buffon!!

67' IIIIICAAAARDIIIIII! LA RECUPERA SUBITO L'INTER!! 1-1!!

65' Alex Sandro sfugge sulla sinistra alla marcatura di D'Ambrosio, cross al centro per Lichtsteiner che anticipa i centrali e appoggia in rete!

65' LIIIIIICHTSTEEEEEINEEEERRRR!! LA SBLOCCA LA JUVENTUS!!! 0-1!!

62' CANDREVA!! Diagonale al volo insidiosissimo dell'ex Lazio! Palla fuori di un soffio!!

60' Duro intervento di Alex Sandro su Miranda. Fallo, ma l'arbitro non estrae il cartellino.

58' ICARDI! Tiro da buona posizione dell'argentino. Palla che prende però il giro sbagliato.

54' Tiro di Eder, palla respinta in angolo.

53' Cross al centro, la difesa della Juventus non riesce a spazzare, il pallone sta per arrivare a Icardi, placcato però da Barzagli che riesce ad annullarlo.

49' Cross di Santon, Icardi colpisce di testa, ma la palla termina fuori. Chiesta una deviazione di Chiellini, che Tagliavento però non vede.

48' Eder crossa basso al centro, Buffon aniticipa di un attimo Icardi e agguanta.

47' Brutta palla persa al limite dell'area dalla difesa dell'Inter, Dybala tira, ma la conclusione viene ribattuta.

45' Ammonito Medel, che ha atterrato Alex Sandro.

45' Si ricomincia!

19.07 Squadre che stanno rientrando in campo.

18.53 Dovranno necessariamente aumentare i ritmi le due squadre se vorranno sbloccare una gara fino ad ora molto compassata.

18.52 Partita che stenta a decollare, le due squadre si affidano più alla verve dei singoli che a giocate corali. Pochissime le occasioni da gol, con solo il colpo di testa di Khedira considerabile come rete sbagliata.

45'+1' Ammonito Asamoah, finisce il primo tempo.

45' Un minuto di recupero.

39' Fallo di mano ora di Joao Mario e punizione per la Juventus a metà campo.

36' PJANIC! Bel tiro dalla distanza dell'ex Roma, ma la palla fa la barba al palo!

34' ICARDI!! Risponde subito l'Inter! Azione solitaria dell'argentino sulla sinistra e tiro a giro che finisce fuori di un soffio!

33' KHEDIRA! Si mangia il gol! Tutto solo in area decide di colpire di testa, ma ne viene un tiro debolissimo!

32' Juventus che soffre il buon pressing nerazzurro.

31' Punizione sulla trequarti destra ora per l'Inter. Nulla di fatto.

28' Ammonito Barzagli, che ha abbattuto Eder.

27' Quando siamo quasi giunti alla mezzo'ora, non ci sono state ancora occasioni da gol clamorose.

25' Torna alla BBC classica dunque la Juve.

24' CAMBIO JUVENTUS: esce Benatia infortunato, entra Barzagli.

23' Allegri in panchina è perplesso. Intanto si fa male Benatia e si scalda Barzagli.

23' EDER!! Tiro dal limite dell'ex Sampdoria, palla a lato non di molto.

20' ICARDI! Bell'azione di contropiede orchestrata dall'Inter, sul cross c'è Icardi, che però dà le spalle alla porta e non riesce a impattare bene la palla, facendola sbattere su Bonucci.

19' Doppio tentativo bianconero e doppia respinta della difesa dell'Inter.

18' Brutta entrata di Lichtsteiner su Miranda. Ammonito. Lo svizzero si scusa subito, ma l'intervento era davvero inutile.

16' Juventus che si sta lasciando un po' schiacciare in difesa dall'Inter in questi minuti.

15' Sassata da lontano di Medel, palla in curva.

14' Squadre che cercano di attaccare soprattutto sulle fasce, ma manca ancora l'ultimo passaggio.

13' Percussione ora di Eder in area juventina. Calcio d'angolo.

9' Cross da punizione, Icardi ci arriva di testa, ma è troppo lontano e la palla finisce fuori di molto.

9' Fallo ora di Alex Sandro su Candreva e punizione dalla trequarti per l'Inter.

6' Inter che quando ha la palla tra i piedi cerca di ragionare, ma non riesce a servire gli attaccanti con la stessa facilità della Juventus.

4' C'è anche Gabigol in tribuna, arrivato dunque anche l'ultimo acquisto nerazzurro.

2' Dybala ora mette in crisi la difesa nerazzurra sulla destra, calcio d'angolo. L'ex Palermo soffre alla schiena , dopo un colpo ricevuto dopo pochi istanti di gioco.

1' Subito pericolosa la juve, con Khedira che si poteva già involare solo contro Handanovic, ma nell'occasione il tedesco si è allungato troppo la palla.

0' Partito il derby d'Italia!

18.03 Minuto di silenzio per la morte di Ciampi.

18.00 Squadre che stanno facendo il loro ingresso in campo.

17.51 Inter che comunque riserva sempre grandi sorprese, fu proprio l'undici a suo tempo allenato da Stramaccioni a far cadere l'imbattibilità dello Juventus Stadium.

17.50 Ecco la panoramica della formazione juventina.

17.40 Chissà se Icardi migliorerà il proprio bottino personale, la Juventus infatti è la sua avversaria preferita, già sei gol in sette partite.

17.32 Iniziano a scaldarsi le squadre.

17.29 Rivedremo finalmente un San Siro bello pieno, già 55 mila biglietti venduti al sette settembre.

17.27 In conferenza stampa quello più cauto è stato, come prevedibile, mister Allegri, conscio del fatto che tutti si aspettano grandi vittorie dai suoi. Più spavaldo De Boer, la cui squadra deve dare una risposta energica sul campo.

17.23 Assente dunque il grande acquisto Higuain, preservato dopo aver giocato quasi sempre nell'ultimo mese.

17.22 Questa la formazione della Juventus: Buffon, Benatia, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro, Dybala, Mandzukic.

17.21 Confermato l'undici pronosticato alla vigilia per l'Inter. Un solo cambio, c'è D'Ambrosio e non Nagatomo.

17.16 Nerazzurri alle prese anche con il caso Brozovic. Il croato, dopo essere stato sostituito contro l'Hapoel Be'er Sheva, ha avuto un contrasto con De Boer, che l'ha tenuto fuori per motivi disciplinari.

17.14 Il derby d'Italia non sembra quindi essere in discussione, da una parte una superpotenza,dall'altra una nobile decaduta che fatica non poco, tanto che qualcuno ha detto che la Juventus è la peggior avversaria che potesse capitareall'Inter in questo momento così delicato.

17.08 Squadra di Allegri che ha però, almeno parzialmente, steccato l'esordio in Champions League, non andando oltre allo 0-0 con il Siviglia.

17.06 La Juventus invece punta dritta al sesto scudetto consecutivo. Un mercato sontuoso permette ai bianconeri di lottare per arrivare in fondo su tutti e tre i fronti. L'avvio in campionato conferma il livello superiore della Vecchia Signora rispetto alle altre squadre.

17.04 De Boer che è al lavoro da 40 giorni, dato che è arrivato poco prima dell'inizio del campionato, dopo che tutta la preparazione è stata svolta da Mancini.

17.03 L'Inter padrona di casa è in una situazione piuttosto turbolenta, la sconfitta in Europa League, l'avvio stentato in campionato e un gioco che non arriva fanno sì che De Boer sia in discussione.

17.01 È già tempo di derby d'Italia! Buonpomeriggio signori da Davide Marchiol, che vi racconterà in diretta l'attesissimo Inter-Juventus!

Al Giuseppe Meazza andrà in scena l'attesissimo derby d'Italia, che in questa stagione arriva prestissimo, già alla quarta giornata di campionato. Non è mai stata una partita come tutte le altre e non lo sarà neanche stavolta. La rivalità tra Juventus ed Inter ha radici profonde e si è trasmessa di generazione in generazione e questa partita è sentita da tutti, giocatori e non. La storia sta per avere un altro episodio da raccontare e sarà sicuramente emozionante come quelli che l'hanno preceduto.

L'Inter arriva a questo derby d'Italia in condizioni a dir poco pessime. Giovedì è arrivata una sconfitta clamorosa in Europa League in casa contro l'Hapoel Be'er Sheva. Neanche in campionato le cose vanno bene, con soli quattro punti raccolti in tre giornate e debacle inaspettate, come nell'esordio contro il ChievoVerona. Frank de Boer è già in discussione dopo appena quarta giorni di lavoro. Sicuramente, in quello che è per ora un disastro, incide sicuramente il caos estivo, con un Mancini che si sentiva praticamente esonerato a dirigere la preparazione e il passaggio ad una proprietà cinese non sempre attenta alle necessità della squadra. Comunque gli sforzi sul mercato sono stati fatti, ma nessun innesto tra i vari Banega, Candreva, Joao Mario sta riuscendo ad incidere (Gabigol è arrivato solo ieri in quel di Milano). Questo forse a causa di una difesa molto ballerina e che non permette di pensare troppo ad attaccare. Contro il Palermo, per esempio, Banega è parso decisamente troppo arretrato per poter aiutare il tridente offensivo. 

Sembra dunque una sfida impossibile per l'Inter, ma i nerazzurri sono imprevedibili, in passato ci hanno regalato grandi sorpese, non a caso è "pazza Inter". Furono, per citare un caso, proprio i ragazzi allora allenati da Stramaccioni a far cadere l'incantesimo dell'invincibilità che era calato intorno allo Juventus Stadium. Servirà però una prestazione corale di grande spessore, cosa che non si vede da tempo al Meazza. Inoltre sarebbe fondamentale la crescita di alcune individualità, come quelle di Perisic, Candreva o Kondogbia, il grande acquisto della scorsa stagione che si sta emarginando sempre di più. Non convocato Brozovic. Rischia di diventare un caso quello del croato, dato che è stato escluso per "motivi disciplinari". Il ragazzo infatti non ha preso per nulla bene la sostituzione con Banega in Europa League e De Boer lo ha escluso. Il giocatore si è detto sorpreso, se ne riparlerà nei giorni successivi alla partita. Un'altra spina nella rosa dell'Inter.

Frank De Boer ostenta comunque sicurezza in vista della partita e sembra essere noncurante del fatto che questa potrebbe essere la sua ultima partita sulla panchina dell'Inter: "Dobbiamo accettare che adesso il calendario ci fa affrontare la Juve, rispetto i risultati che stanno ottenendo, ma non dobbiamo avere paura. Dobbiamo lavorare duro, la squadra con il supporto dei tifosi può ottenere un buon risultato. Tutto deve andare bene ovviamente. La Juve è una squadra solida, difficile da battere, ma l’anno scorso nel ritorno di Tim Cup l’Inter stava ottenendo un buon risultato. Se riusciamo a mettere quella combattività possiamo fare un risultato."

Indisponibili Brozovic, Andreolli e Ansaldi, le scelte di De Boer paiono essere obbligate. Anche perchè bisogna tenere conto della recente sfida in coppa e del prossimo turno infrasettimanale. Inter dunque con un 4-2-3-1: Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Nagatomo; Joao Mario, Medel; Candreva, Banega, Perisic; Icardi. Seconda partita per il neoacquisto Joao Mario, chiamato a dare quel qualcosa in più che manca al centrocampo. Tanto dovrà dare il terzetto dietro al centravanti, con Candreva e Perisic chiamati a mettere in difficoltà la temutissima BBC. Icardi contro la Juventus è una sicurezza, sei gol in sette partite, con i suoi gol è chiamato a riportare in alto la Beneamata.

 

Dall'altra parte gli umori sono completamente diversi. La Juventus infatti, come da previsioni, è partita forte in campionato, battendo Fiorentina, Lazio e asfaltando per mezz'ora il Sassuolo. Una cosa però ha fatto storcere il naso soprattutto a mister Allegri. La squadra nel corso dei novanta minuti è fortemente discontinua. Per esempio contro gli emiliani, dopo aver segnato tre reti in trenta minuti, si è seduta sugli allori, permettendo al Sassuolo di segnare (un gol inutile comunque alla fine). In ogni caso il tecnico toscano sta amalgamando un gruppo che ha perso nuovamente elementi importanti, stavolta è toccato a Morata e Pogba fare le valigie. Gli acquisti sono però di livello assoluto. Higuain ha già risolto i problemi della Vecchia Signora in più occasioni e l'innesto di Pjanic in mezzo al campo sta iniziando a portare i suoi frutti, affiancato ad un Khedira finalmente al top della forma fisica. Inoltre la panchina si è allungata, con Benatia pezza fondamentale nel caso un membro della BBC (trio non più giovanissimo ormai) debba dare forfait. Una corazzata che ha ancora più armi a disposizione e che, dopo aver già battuto i grandi rivali della Fiorentina all'esordio, vuole fare il bis con il derby d'Italia.

Juventus che però viene da un pareggio. In Champions League, vero grande obiettivo stagionale, l'esordio è stato infatti segnato dallo 0-0 con il Siviglia, sulla carta rivale per il primo posto nel girone. Assolutamente non un dramma, dato che si tratta comunque di un punto e che siamo appena agli inizi della stagione. Però qualche vocina ha iniziato a sussurrare il suo malumore. Qualcuno (di evidentemente molto fantasioso) si aspettava infatti una partenza bruciante senza periodi di assestamento. Ad Allegri il compito di zittirli una seconda volta, dato che già l'anno scorso ha trasformato la Vecchia Signora da rospo a schiacciasassi.

Max Allegri è comunque molto cauto in conferenza stampa al momento di presentare la sfida: "La partita di domani è il primo snodo per lo scudetto, nonostante sia solo la 4a giornata. E' un test importante, molto difficile. Nell'arco del campionato ci sono quelle tre - quattro partite dove è importante vincere, questa è una di quelle e vincere sarebbe un bel colpo. Grazie a voi (giornalisti, nda) partiamo sempre da favoriti contro chiunque, ma la realtà è che domani sarà una partita difficile perchè l'Inter non è quella di giovedì o quella vista contro il Pescara. Loro avranno una grande voglia di rivalsa e cercheranno di vincere a tutti i costi, per noi è uno snodo importante del campionato"

Allegri inoltre ha aggiunto che sono sicuri del posto soltanto Lichtsteiner e Khedira. Sicuramente non ci saranno Mandragora, Marchisio e Sturaro, si può comunque ipotizzare che ci saranno quasi tutti i titolari, dato che si tratta del derby d'Italia e, come detto dallo stesso tecnico, è un match scudetto. Dovrebbe quindi esserci un 3-5-2: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Lemina, Khedira, Pjanic, Alex Sandro, Dybala, Higuain.

Ottantatreesimo derby d'Italia in casa dell'Inter. Il bilancio è nettamente in favore dei nerazzurri, con 34 vittorie della Beneamata, 27 pareggi e 22 vittorie esterne della Vecchia Signora. L'anno scorso le squadre si sono incontrate sia in campionato che in Coppa Italia. In Serie A al Meazza finì 0-0, mentre a Torino vinse la Juventus per 2-0. In coppa all'andata la squadra di Allegri si impose per 3-0, mentre al ritorno l'impresa non riuscì per pochissimo all'Inter, con la vittoria per 3-0 e la sconfitta maturata poi ai rigori, a causa dell'errore decisivo dal dischetto di Rodrigo Palacio.

Ad arbitrare il match sarà il signor Tagliavento, coadiuvato dagli assistenti Passeri e Costanzo. Quarto uomo il signor Cariolato. Addizionali Banti e Valeri.