Gioia Inter, Ranieri: "Grande partita, ragazzi straordinari"

Il tecnico nerazzurro batte il suo rivale Allegri e fa suo il derby, grazie ad una gara tatticamente perfetta.

Gioia Inter, Ranieri: "Grande partita, ragazzi straordinari"
Roma o Milano, non fa differenza: è lui l'uomo-derby (Reuters Pictures)

La vittoria nel derby lancia l'Inter verso posizioni di classifica impensabili fino a qualche tempo fa, e ai microfoni di Raisport Claudio Ranieri è raggiante per i progressi fatti dalla sua squadra. Il tecnico testaccino, tra gli artefici principali di questa metamorfosi nerazzurra, spiega così le chiavi della vittoria contro i rivali rossoneri: "E' stata una grande partita, migliore di quella del Milan. Nel primo tempo eravamo troppo contratti, nel secondo è andata molto meglio. Ho martellato i ragazzi dicendo loro che le tre partite migliori fin qui disputate, con Napoli, Juventus e Udinese, le abbiamo perse perchè non siamo stati sufficientemente compatti, e a quanto pare hanno recepito il messaggio"

Così su Milito, match-winner e attaccante ritrovato dopo la fase buia attraversara: "Come l'ho recuperato? Dandogli fiducia, è un grande campione e non poteva essere quello il Milito che vedevamo. Lui non si è mai abbattuto, ha continuato a lavorare e pian piano sta tornando quello a cui siamo stati abituati"

Sulle potenzialità di questa squadra, Ranieri è abbastanza chiaro: "Quando sono arrivato ho detto che avremmo potuto vincere lo scudetto, poi le cose non sono andate subito bene. Comunque sapevo che pur perdendo non sarebbe cambiato molto: avremmo dovuto continuare a lottare per la Champions, o per un posto in Europa. Adesso facciamo un passo alla volta, la classifica dice che siamo ancora fuori dalle prime tre e dobbiamo lavorare per rientrarci".

Chiusura sul possibile arrivo di Carlos Tevez: "E' un grandissimo giocatore, se il presidente vorrà fare questo immenso regalo lo accoglieremo a braccia aperte".