Antonio Conte squalificato? La Juve non cambierà comunque tecnico

La Juve non cambierà tecnico, i tifosi stiano tranquilli. Anche perché è pronto il rinnovo del contratto: accordo fino al 2015, con aumento di ingaggio e la certezza di un mercato che rafforzi la qualità della rosa juventina.

Antonio Conte squalificato? La Juve non cambierà comunque tecnico
Nuova firma in vista? Ieri è stato raggiunto l'accordo per il prolungamento del contratto, da firmare venerdì.

Se gossip o meno lo sapremo solo intorno alla metà di giugno. Ufficialmente lo sapremo poi a fine luglio quando la giustizia sportiva avrà emesso i verdetti e il quadro di deferimenti e condanne sarà più chiaro, accogliendo la promessa della FIGC di risolvere il tutto prima dell'inizio dei campionati. Online, e solo parzialmente ripreso da qualche quotidiano, è apparsa l'indiscrezione di una Juventus attiva sul fronte Capello. Questo scoop, smentito dal tecnico di Pieris e soprattutto dal club bianconero, si fonda sull'ipotesi di squalifica dell'allenatore che quest'anno ha vinto lo scudetto da imbattuto.

La Juve cambierà tecnico? La risposta, da fonti vicine all'entourage di Antonio Conte, è assolutamente negativa. Ed ecco spiegato il perchè. Il regolamento prevede la totale assenza dagli impianti sportivi, con ciò intendendo mansioni ufficiali all'interno delle società di calcio, solo in caso doping. È già successo ad Angelo Pagotto al quale fu proibito di allenare i portieri della Sanremese.
 
Di converso, per una squalifica tipo quella immaginata da qualche giornale italiano, non è prevista l'interdizione dai campi e dagli stadi. Risultato: Conte continuerebbe ad allenare la Juve a Vinovo, potebbe recarsi allo stadio senza però accedere agli spogliatoi o alla panchina a bordo campo negli incontri ufficiali. A termini di regolamento potrebbe perfino continuare a rilasciare interviste a giornali e TV in veste ufficiale di tecnico bianconero. Un precedente in Italia c'è ed è quello di Castori (anno di grazia 2006) che ha continuato ad allenare il Cesena durante la settimana mandando in panchina il suo vice la domenica.
 
Di questa ipotesi si sarebbe discusso nel pomeriggio di ieri in sede a Torino, quando in realtà gli argomenti toccati sono stati altri. Tipo la programmazione dell'estate di calcio della Vecchia Signora che sarà impegnata in amichevoli di prestigio contro il Real Madrid, il PSG e il Barca (nel trofeo Gamper). E soprattutto il rinnovo del contratto di Antonio Conte i cui dettagli sono stati ultimati: accordo fino al 2015 a 3 milioni di euro a stagione. Più la certezza di un mercato all'altezza nei prossimi due anni, continuando la campagna di rafforzamento cominciata di fatto nel giugno 2011. La firma avverrà verosimilmente nella giornata di venerdì.
 
Va da sè che la firma di Conte sul prolungamento fa pensare a una posizione di fiducia da parte della società bianconera in ambito di calcioscommesse e la conferma della centralità del tecnico leccese nel progetto juventino.