La rabbia di Buffon: "Nella ripresa solo noi in campo"

Rabbia, amarezza e sfortuna, questi i temi toccati dai giocatori bianconeri al fischio finale dell'1-1 in casa del Nordsjaelland. Vucinic: "Alla Juve l'unica cosa che conta è vincere. Lo avrei preferito anche senza segnare".

La rabbia di Buffon: "Nella ripresa solo noi in campo"
"Il risultato è stato frutto della casualità"

Così Buffon al termine dell'1-1 in terra danese: "Sono arrabbiato per il risultato e per come è arrivato il loro gol. Abbiamo concesso una punizione evitabilissima e loro potevano segnare solo su un calcio piazzato o con una mischia. Il tiro è stato perfetto e non potevo fare niente. Il primo tempo è stato equilibrato, ma nella ripresa c’è stata solo una squadra in campo e mai come questa sera il risultato è frutto della casualità". In Italia è tutta un'altra musica: "Livelli diversi, quello che fai in Italia, in Europa non basta. In Champions non ci sono squadre materasso, il Nordsjaelland ha giocato alla pari con il Chelsea per quasi 75 minuti. Ora dovremo fare il possibile per vincere le prossime gare".

Mirko Vucinic, ai microfoni di Mediaset Premium, la mette più sul piano personale: "Avrei preferito non segnare, ma vincere la partita. Ci prendiamo questo punto e ci alleniamo per la prossima partita. Non ci sono partite facili, non ci sono avversari facili. Abbiamo creato tanto e il loro portiere è stato molto bravo. In campionato ci sono squadre che difendono in dieci uomini davanti l'area stasera abbiamo fatto molto ma non siamo stati fortunati".