La Lazio ospita il Napoli, ma ha la testa altrove

La squadra capitolina riceve i partenopei in quello che è a tutti gli effetti uno spareggio Champions in una settimana che l'ha vista subire la morte di un idolo come Giorgio Chinaglia e il grave incidente stradale occorso a Mirko Fersini, giovane promessa degli Allievi. Entramne le compagini arrivano incerottate all'appuntamento tra molte assenze e qualche malumore.

La Lazio ospita il Napoli, ma ha la testa altrove
Lazio
Napoli / 21:00

Parlare di calcio in questi momenti non è facile in casa Lazio. Non bastava l'improvvisa scomparsa di Giorgio Chinaglia, centravanti del primo scudetto e simpolo di una lazialità che forse non c'è più- Nella giornata di venerdì un'altra notizia tragica ha scosso l'ambiente: Mirko Fersini, terzino classe'95 degli Allievi Nazionali è stato vittima di un terribile incidente stradalea Fiumicino. Il ragazzo sta lottando in queste ore tra la vita e la morte. ma le sue condizioni non sembrerebbero lasciare molte speranze. La notizia ha chiaramente cambiato la vigilia della gara contro il Napoli mettendo quasi in secondo piano una sfida decisiva per la corsa al terzo posto. 

IL CAMPO - La canzone "The show must go on" non è maistata più appropriata. I biancocelesti sono chiamati a superare un ostacolo arduo: il Napoli di Mazzarri. Reja arriva a questa sfida decisiva nuovamente in una situazione di emergenza. Infatti, non saranno sicuramente della partita Klose, Lulic e Dias. Oltre ai tre qualchre dubbio resta anche su Radu, Matuzalem e Brocchi. Il romeno soffre ancora di un'infiammazione al ginocchio, ma dovrebbe stringere i denti. Il brasiliano ha subito una botta al polpaccio martedì in allenamento ed è in ballottaggio con Lorik Cana per una maglia da titolare. Diverso il discorso per Brocchi che sembra non riuscire a venire fuori dall'inforunio al piede subito a novembre contro la Juventus. Quindi di fronte a Marcehtti dovrebbe agire una linea a quattro con Konko e Radu sugli esterni e Biava e Diakite centrali. Ledesma e Matuzalem (o Cana) saranno i registi, Gonzalez (favorito su Candreva), Hernanes e Mauri invece avranno il commpito di assistere Rocchi unico terminale offensivo della squadra. I convocati saranno resi noti solo dopo la rifinitura della mattinata da cui si capirà qualcosa in più.

 

LE PAROLE DI REJA - Il mister friulano ha incontrato la stampa nella conferenza stampa della vigilia approfondrndo il momento delicato sei suoi: «Non è un momento facile per la Lazio, il rendimento non è eccezionale. In questo ultimo periodo abbiamo scontato la cattiva forma, abbiamo commesso errori che non commettevamo prima. Spero che la parentesi sia chiusa a Parma, questo è il nostro desiderio. Ne abbiamo parlato in settimana, abbiamo lavorato bene. Aspettiamo questa gara e vediamo di affrontarla nel miglior modo possibile». Il tecnico ha poi aggiunto:  «Certamente non sono contento di questo rendimento, non era nelle previsioni, ora bisogna cambiare tendenza. L’abbiamo detto all’inizio quale era l’obiettivo e faremo di tutto per centrarlo, al di sopra delle difficoltà. Bisogna cambiare tendenza e fare il massimo per raggiungere questo obiettivo».

 

MISTERO KLOSE - Dopo l'allarme per le parole di Miro pronunciate giovedì alla Bild, venerdì il centravanti biancoceleste ha nuovamente parlato al sito ufficiale della federazione tedesca cercando di gettare acqua sul fuoco: “Il mio rientro con la Lazio? Tornerò con calma – ha spiegato il tedesco -  non forzerò il rientro, non farò l’errore di volere tutto e subito. Lavorerò giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. La sfida con l’Udinese? Vediamo, non voglio fare previsioni, il mio obiettivo è essere al top della forma per gli Europei”. E ancora: Siamo tutti molto ottimisti, consapevoli che andiamo ad affrontare due sfide molto complicate contro Napoli e Juventus. Sono impegni difficili, ma la nostra è una buona squadra. Se dovessimo battere il Napoli in casa, il nostro campionato cambierebbe”. In sintesi farà di tuto per esserci, ma non affretterà i tempi per rischiare ricadute (Pato docet, ndr) e non poter disputare l'ultimo Europeo della sua gloriosa carriera.

 

RICORDANDO LONG JOHN - Infine per la gara contro il Napoli c'è grande attesa per la presenza in Curva Nord di Pulici, Wilson e di qualche altro Campione d'Italia del 1974 per il ricordo di Giorgio Chinaglia. I tifosi hanno organizzando cori e striscioni per non dimenticare l'idolo della Lazio targata Maestrelli. Inoltre la società ha fatto sapere con un comunicato ufficiale sul proprio sito internet che il figlio di Chinaglia, Giorgio junior sarà ospite della gara per ricordare il padre. Ecco il comunicato ufficiale da sslazio.it: “In occasione della gara di campionato contro il Napoli, in programma domani alle 21:00, la S.S. Lazio comunica che uno dei figli del grande Giorgio Chinaglia, Giorgio jr, sarà ospite della Società allo stadio Olimpico di Roma. Intanto la gloriosa maglia numero 9, appartenuta a Long John, è arrivata nel pomeriggio al Centro Sportivo di Formello, e sarà custodita sino a domani sera, quando verrà mostrata allo stadio Olimpico dinanzi a tutti i tifosi biancocelesti“.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI