Lazio, vedi Napoli e poi...la Juve

I biancocelesti sono chiamati a difendere il terzo posto allo Juventus Stadium contro l'imbattuta compagine di Conte. La squadra di Reja dovrà dimostrare di voler la zona Champions dopo la splendida gara vinta sabto contro il Napoli. Reja pensa alla difesa a tre vista l'emergenza con Cana arretrato sulla linea dei difensori.

Lazio, vedi Napoli e poi...la Juve
Juventus
Lazio / 20:45

Il big match della 32a giornata vede opposte la Juventus capolista, anche se il Milan con la vittoria di ieri la ha momentaneamente superata, e la Lazio terza forza del campionato. I biancocelesti sono attesi da un banco di prova davvero arduo. Infatti, i bianconeri sono l'unica squadra ancora imbattuta in campionato e sono anche la migliore difesa e il terzo miglior attacco. Antonio Conte ha messo su un'autentica corazzata. La Lazio, dal canto suo, ha avuto un andamento irregolare nel 2012 dove non ha mai pareggiato e racimolando 7 vittorie e 7 sconfitte in quattordici incontri.

LE PAROLE DI REJA - Ieri il tecnico friulano ha incontrato la stampa nella consueta conferenza stampa pre partita e si aspetta una gara difficile, ma è sicuro che i suoi ragazzi daranno del loro meglio: ‘’Serve attenzione dal punto di vista tattico, e poi l’aspetto caratteriale che non è mai venuto meno anche in prestazioni negative. Contro squadre di un certo livello non abbiamo mai sbagliato, come con la Roma o il Milan; c’è stata sempre qualità in campo. Io penso che sarà così anche domani sera, considerando e rispettando il valore della Juve. Anche noi però abbiamo personalità e forza. Scenderemo in campo senza timore, anche se resta la grande considerazione per la Juve". E poi ha aggiunto: ‘’Vincere con la Juventus è molto difficile ma ogni partita ha una storia a sè. Vediamo come la affronteremo, ma bisogna considerare che le ultime partite con la Juve non sono andate malissimo. A Torino l’anno scorso abbiamo perso a due secondi dalla fine; all’andata quest’anno non meritavamo la sconfitta e questo forse è il momento per poter creare dei problemi alla Juve. Dobbiamo possibilmente fare risultato e aumentare la percentuale di punti per raggiungere il terzo posto. Mi auguro che possa girare la fortuna’’.

EMERGENZA - Reja dovrà fare i conti con una lunghissima lista di indisponibili a cui si sono aggiunti anche Radu e Konko. Senza i due terzini titolari che si vanno ad aggiungere alle assenze di Lulic, Klose, Dias e Stankevicius, il friulano sta pensando di provare una difesa a tre. Il reparto arretrato sarà formato da Biava, Diakite e Cana che arretrerà nel ruolo che ricopre nella nazionale albanese. Centrocampo folto con Gonzalez e Scaloni sulle face e una linea centrale tutto muscoli e tecnica con Matuzalem, Brocchi e Ledesma chiamati al duro compito di arginare Pirlo, assoluto uomo in più della gara d'andata. In avanti capitan Rocchi sarà supportato da Stefano Mauri che sogna di ripetere l'eurogol con cui ha steso il Napoli. Candreva, dopo l'ottima prestazione contro i partenopei, dovrebbe partire dalla panchina anche se molto dipenderà dalla ricognizione sul campo di stasera e dalle condizioni non ottimali di Brocchi e Matuzalem.

I CONVOCATI - Venti sono i calciatori che Reja ha deciso di convocare per la trasferta di Torino.C'è gloria anche per il giovane Pasquetto. Ecco la lista completa:

Portieri: Berardi, Bizzarri, Marchetti; Difensori: Biava, Diakitè, Garrido, Scaloni, Zauri; Centrocampisti: Brocchi, Cana, Candreva, Gonzalez, Hernanes, Ledesma, Matuzalem, Mauri, Pasquetto; Attaccanti: Kozak, Rocchi, Alfaro.