Matuzalem illude l'Olimpico, Bojinov lo gela

Matuzalem illude l'Olimpico, Bojinov lo gela

Una rete dell'attaccante bulgaro a tempo scaduto regala il pari ai salentini che restano attaccati alla zona salvezza. Capitolini sciuponi e che soffrono terribilmente le assenze di Mauri e Klose. Reja è uscito dal campo furibondo con i suoi ragazzi che hanno saputo gestire il vantaggio firmato dal centrocampista brasiliano.

Lazio
1 1
Lecce

 La Lazio spreca l'ennesimo match point per la Champions League e adesso rischia seriamente di farsi recuperare dalle dirette concorrenti. La compagine di Reja si è presentata in piena emergenza con circa dieci assenze tra infortuni e squalifiche e con in panchina due ragazzi della Primavera. Il Lecce di Cosmi, sulle ali dell'entusiasmo, arriva all'Olimpico con la voglia di fare bene e con Muriele e Cuadrado pezzi ambiti dalle big .

ATTACCO SPUNTATO - Lazio che parte concentrata e attenta fin dai primi minuti. Al 4' la compagine di Reja va vicino al vantaggio con una spelndida punizione a girare di Garrido che esce di poco alla destra dell'incrocio dei pali. Matuzalem e Ledesma dominano a centrocampo, Candreva e Garrido spingono a sinistra, il Lecce appare seriamente in difficoltà. I biancocelesti spingono, ma l'assenza di Klose in avanti si fa sentire e il solo Rocchi, pur ben supportato da Gonzales e Candreva, viene controllato bene. Il capitano biancoceleste prova una conclusione dal limite, ma Benassi è attento e blocca. Il Lecce prova ad uscire dalla propria metà campo con Di Michele che chiude troppo il diagonale e la palla si perde sul fondo. Biancocelesti insidiosi sulle palle inattive con Biava e Diakite che non riescono però a colpire.

Gonzales ed Hernanes provano a sorprendere il numero uno salentino dal limite, ma l'estremo difensore giallorosso è attento e blocca senza difficoltà. Al 22'. quado non ci arriva Benassi, è la traversa a dire di no a Candreva con un destro da posizione defilata che scheggia il montante alto. Le notizie che arrivando da Genova con i rossoblu sotto in casa contro il Siena rallegrano non poco i pugliesi che pensano più a non prenderle piuttosto che a darle. Tuttavia capitan Giacomazzi ci prova con un gran tiro dalla distanza, palla che esce non di molto. Reja si sbraccia in panchina rimproverando Hernanes che avverte fastidio alla coscia destra e fatica ad entrare in partita. Al 37' la Lazio va proprio ad un passo dal vantaggio: cross di Matuzalem, girata di Rocchi, Benassi si supera e sulla respinta si catapulta Candreva, ma ancora il portiere tocca la palla facendogli mancare il tap in vincente.  Ultimi minuti in spinta capitolina, ma la banda di Cosmi regge bene.

UN ALFARO IN PIù - I biancocelesti tornano in campo con Alfaro al posto dell'acciaccato Hernanes, arrivato alla 21a sostituzione stagionale. Il Lecce rientra in campo molto più deciso e va vicinissimo al gol con Bertolacci che avanza ed arrivato ai venti metri esplode un gran tiro su cui Marchetti si rifugia in angolo. Sul corner seguente, mischia in area biancoceleste e girata di Cuadrado che lascia di sale Marchetti, ma si infrange sull'incrocio dei pali. I capitolini, dopo il doppio brivido, tornano a fare il loro gioco con ripartenze veloci. All'11' Rocchi crossa un pallone per Alfaro che stoppa e tira, ma viene murato dalla retroguardia salentina. La Lazio non è la squadra del primo tempo. Troppo lenta e macchinosa la manovra capitolina e rende più semplice difendersi per i puglisi. Al 72', tuttavia, la squadra di Reja va vicino al gol con un colpo di testa di Biava che, imbeccato da Ledesma, mette fuori da posizione favorevole. Piove sul bagnato per la Lazio con con Alfaro che prende una botta a centrocampo e viene richiamato per lasciare spazio a Cana.

TUTTO IN DIECI MINUTI - I biancocelesti, proprio quando sembra tutto finito trovano il vantaggio: cross di Scaloni e stacco di testa vincente di Matuzalem. La rete che lancerebbe i biancocelesti ad un passo della Champions è decisiva però solo per dieci minuti. Infatti, nel recupero, prima Marchetti si supera su Corvia, poi non può nulla sulla respinta di Bojinov. Termina con un pareggio che permette al Lecce di continuare a sperare nella salvezza, mentre per la Lazio è un'altra mezza occasione sprecata.


 

Tabellino:
Lazio: 22 Marchetti; 5 Scaloni, 21 Diakitè, 20 Biava, 14 Garrido; 24 Ledesma, 11 Matuzalem ( 3 Dias, min. 83); 27 Candreva, 8 Hernanes (30 Alfaro, min. 46 (27 Cana, min. 76), 15 Gonzalez; 9 Rocchi. A disp.: 1 Bizzarri, 3 Dias, 78 Zauri, 41 Zampa, 27 Cana, 53 Rozzi. All. Reja
Lecce: 81 Benassi; 30 Oddo, 5 Esposito, 40 Tomovic; 7 Cuadrado, 82 Delvecchio, 18 Giacomazzi, 91 Bertolacci ( 10 Bojinov, min. 83) , 28 Brivio; 24 Muriel (Corvia, min. 72), 17 Di Michele. A disp.: (25 Petrachi, 3 Di Matteo, 80 Carrozzieri, 6 Giandonato, 8 Obodo, ) All. Cosmi
SCORE: 1-0, min. 82, Matuzalem, 1-1, min. 90, Bojinov
ARBITRO: Rocchi di Firenze. Ammoniti: Biava, Cuadrado, Bertolacci, Garrido
NOTE: Serie A, 34a giornata. Stadio Olimpico di Roma.