Udinese ancora tu...ma non dovevamo vederci più

Un anno dopo biancocelesti e friulani si trovano di fronta per un posto nella prossima Champions League. Reja deve fare i conti con la solita emergenza infortuni, mentre Guidolin viene da una serie non proprio positiva. Il pareggio tra Napoli e Roma lascia tutto aperto, ma attenzione al ritorno dell'Inter.

Udinese ancora tu...ma non dovevamo vederci più
Reja e Guidolin si ritrovano contro per giocarsi un posto in Champions come dodici mesi fa (Getty Images)
Udinese
Lazio / 20:45

Era l’8 maggio 201  quando Lazio e Udinese si trovarono l'una di fronte all'altra per un autentico spareggio Champions. E' passato poco meno di un anno, si combatte per il terzo e non per il quarto posto e dopo questa mancheranno tre e non due giornate, ma il succo resta lo stesso. Le compagini di Reja e Guidolin sono in piena corsa per l'Europa che conta. Un campionao strano, specie quello biancoceleste che ha sempre sbagliato i match point per allungare definitivamente e, così facendo, ha rimesso in corsa tutte le avversarie. I cugini giallorossi hanno fatto un favore alla Lazio bloccando il Napoli all'Olimpico, ma non è sufficiente perché adesso bisogna fare qualcosa di concreto, magari partendo proprio dal Friuli.

DODICI MESI FA - In uno dei primi caldi estivi, s’impose l’Udinese grazie a una doppietta di Di Natale sul finire del primo tempo. I capitolini sbagliarono totalmente la prima frazione e si svegliarono solo nella ripresa con l’ingresso di Rocchi e grazie ad un gol e un palo di Kozak. Zarate sbagliò anche un penalty e ci fu così la vittoria per 2-1 e sorpasso dell’Udinese, che gestì i suoi due punti di vantaggio battendo il Chievo nella partita successiva e pareggiando in casa con il Milan all’ultima giornata. Reja prese 6 punti con Genoa e Lecce, ma l’arrivo ex-aequo a quota 66 e la parità nei confronti diretti significò quinto posto in virtù di una differenza reti generale peggiore: +22 l’Udinese, +16 la Lazio, appena 6 gol di scarto per assegnare la Champions e garantirsi 20 milioni di euro.

OGGI - E' una Lazio diversa quella di oggi, anche se, la squadra che si presenterà ne l posticipo al Friuli avrà molte defezioni. Infatti, oltre ai lungodegenti Lulic, Klose, Stankevicius, Brocchi, Hernanes e Radu, Reja non potrà contare su Candreva, uno degli uomini più in forma in casa biancoceleste, che sarà squalificato per cumulo d cartellini gialli. L'intenzione del tecnico friulano è quella di schierarsi a specchio rispetto agli avversari bianconeri quindi difesa a 3, centrocampo a cinque con Mauri in rifinitura all'unica punta Rocchi. Tornerà Konko  che sarà impiegato sulla sinistra preferito a Garrido, mentre Scaloni sarà confermato a destra. 

 LE PAROLE DI REJA - Il tecnico biancoceleste ha parlato alla vigilia della sfida, ecco le sue parole: ”Abbiamo altre tre partite dopo questa, pertanto ci sono ancora punti a disposizione, però fare un risultato positivo ad Udine cambierebbe la prospettiva futura. Quello che conta è fare la prestazione. Anche l’udinese ha avuto un periodo di difficoltà, così come noi. Mi auguro che da qui alla fine del campionato possiamo ritrovare il risultato; è importante in questo rush finale. Vorrei arrivare alla gara con l’Inter a giocarmi la Champions. Nonostante queste tre gare, in qui ci ha girato male; sapete come le abbiamo perse. A Torino abbiamo perso a 6 minuti dalla fine, col Lecce abbiamo preso un gol sfortunato nonostante avessimo mal gestito il vantaggio, a Novara loro hanno fatto due tiri e c’è stata la sfortunata deviazione di Diakitè; noi invece abbiamo avuto quattro o cinque opportunità da rete. Ma sono convinto che le compensazioni nel calcio ci sono. La Lazio si aspetta un pò di buona sorte da qui alla fine della stagione, mi aspetto anche qualche circostanza fortunata”.

I PRECEDENTI - Dal 1950, sono 32 gli Udinese-Lazio giocati in Serie A. Sono 11 le vittorie per entrambe le squadre, 10 i pareggi. 51 i gol realizzati dai friulani, 50 dai biancocelesti. L’ultima partita giocata è stata nella stagione 2010/2011 alla giornata 36 . Dopo il triplice fischio, il match si concluse 2-1 per gli uomini di Guidolin. Per quanto riguarda la Lazio, L’ultimo successo risale invece alla giornata 30 della stagione 2006/2007 e finì con il punteggio di 2-4.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI