Lazio occasione sprecata

Gli uomini di Reja non riescono a gestire la rete di Klose e vengono raggiunti nella ripresa dal Catania. Sfuma così il primato per la squadra biancoceleste.

Lazio occasione sprecata
La Lazio con una vittoria poteva portarsi in zona Champion's
Lazio
1
1
Catania
Lazio: Marchetti, Konko, Biava (43' Diakitè), Stankevicius, Radu, Brocchi, Ledesma, Lulic, Klose, Cissè (58' Hernanes), Sculli (70' Kozak)
Catania: Andujar, Izco, Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese, Almiron, Lodi, Delvecchio (63' Lanzafame), Maxi Lopez, Bergessio
SCORE: 1-0, 16, Klose, 1-1, 62, Bergessio
ARBITRO: Arbitro Gabriele Gava Ammoniti Lulic (20), Lanzafame (86), Spolli (58), Marchese (28), Lodi (89), Bergessio (90)

Non riesce alla Lazio la quarta vittoria consecutiva che avrebbe proiettato la squadra di mister Reja in vetta alla classifica. La squadra biancoceleste non è riuscita a gestire il gol di Klose al 17' del primo tempo e si è vista raggiungere nella ripresa da Bergessio (62') che è stato abile a sfruttare un errore di Stankevicius e a trafiggere Marchetti.

Reja conferma la formazione annunciata alla vigilia, con Hernanes inizialmente in panchina e con Klose rifinitore alle spalle di Cissè e Sculli in un 4-3-3 che non lascia dubbi sulla volontà del tecnico goriziano di voler vincere l'incontro. Di contro la squadra allenata dall'ex giallorosso Montella si affida al collaudato modulo 3-5-2, e in avanti schiera la coppia argentina Maxi Lopez – Bergessio.

La Lazio inizia con il piede giusto l'incontro che già al 4 minuto della prima frazione ha una buona opportunità per passare in vantaggio ma Sculli spreca calciando alto sulla traversa. Il vantaggio si concretizza al 17' con Klose che è abile a colpire di testa un bel pallone crossato dalla destra da Brocchi. La rete non ferma la Lazio che con Sculli va vicino al raddoppio. Prima l'attaccante biancoceleste colpisce il palo esterno della porta etnea (25'), poi, un minuto dopo, l'estremo difensore etneo Andujar è bravo ad opporsi alla conclusione dello stesso attaccante laziale.

Due minuti prima della fine del primo tempo il tecnico biancoceleste è costretto ad effettuare il primo cambio dell'incontro e ad inserire Diakitè per l'infortunato Biava.

Nella ripresa la squadra di casa scende in campo poco determinata e il Catania è bravo a approfittare della generosità avversaria. Prima Marchetti si supera opponendosi ad una girata ravvicinata di Bergessio (48') ma poi è costretto a capitolare su una conclusione dello stesso attaccante argentino che è abile a sfruttare un errore del difensore Stankevicius su un innocuo cross al centro dell'area (62').

La reazione della Lazio si concretizza in un paio di conclusioni dalla distanza di Hernanes, subentrato in campo al 58 del secondo tempo al posto di uno spento Cissè, che non riescono a scardinare la retroguardia etnea. L'assalto finale della squadra capitolina non cambia il risultato e le due squadre si dividono i punti in palio.

Con questo risultato la Lazio si attesta al secondo posto in classifica, al pari dell'Udinese con 15 punti, ad una sola distanza dalla Juventus capolista. Il Catania invece conferma l'ottimo inizio di campionato, che gli consente di ritrovarsi appaiata alla Roma all'ottavo posto con 11 punti.