AC Milan

AC Milan Notizie

Il dopo Allegri: i possibili sostituti

Il dopo Allegri: i possibili sostituti

Se Massimiliano Allegri dovesse davvero essere esonerato domenica, si è parlato di Mauro Tassotti e addirittura di Filippo Inzaghi come possibili sostituti; oggi spuntano altri nomi e un interessante retroscena.

In casa Milan le notizie principali non riguardano il calcio giocato, i risultati ottenuti o il possibile ritorno dall'infortunio di qualche giocatore; in queste ore il tema caldo è infatti quello dell'allenatore. Udine, ultima spiaggia per Massimiliano Allegri, che ha solo un risultato possibile se vuole vedere salva la propria panchina.

Se le cose dovessero andare male si pensa alla soluzione interna con Mauro Tassotti in pole position per il posto vacante, che potrebbe essere affiancato da Filippo Inzaghi, che sta facendo molto bene con gli Allievi. Chiaramente si tratterebbe di un traghettatore e i nomi grossi per il lungo periodo già ci sono: Luciano Spalletti, che tra l'altro incontrerà i rossoneri con il suo Zenit in questo girone di Champions League; i sogni Pep Guardiola e Marco Van Basten; e ancora l'attuale tecnico dell'Under 21 Devis Mangia.

E ora il retroscena: si sa che dopo la partita contro l'Anderlecht c'è stata una telefonata tra Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, ma quello che è trapelato è che il presidente onorario aveva già esonerato Allegri  promuovendo Tassotti quale suo legittimo e logico sostituto anche se a tempo determinato (fine stagione). E' stato Galliani ad averlo convinto a desistere, anche se Berlusconi sembrava molto deciso:secondo La Stampa la sua dichiarazione è stata  "Che brutto spettacolo, che vergogna". Ed ha aggiunto: "Se trovassi qualcuno che mi compra il Milan, venderei subito''. E si ritorna dunque al punto precedente: il destino di Allegri è davvero appeso a un filo.