De Laurentiis e le polemiche sul calendario: la parola alla difesa

Tutti hanno attaccato il presidente del Napoli per la sua reazione alla presentazione del calendario di serie A. Ma siamo proprio sicuri che non avesse qualche ragione?

De Laurentiis e le polemiche sul calendario: la parola alla difesa
Aurelio De Laurentiis dopo la compilazione del calendario di serie A

Si può difendere l'indifendibile? Ogni avvocato ci proverebbe, quanto meno per dimostrare la propria abilità. Fosse soltanto per questo, è lecito cercare dei motivi per comprendere, non giustificare, la reazione di De Laurentiis al momento della presentazione del calendario della prossima stagione.

Il Napoli desiderava non incontrare avversari di “prima fascia” a ridosso delle partite di Champions League. Accade, invece, che subito dopo le prime due partite europee siano previste Napoli - Milan e Inter - Napoli. Una “provocazione” da parte del “cervellone elettronico” che De Laurentiis ha trovato indigesta, al punto da vomitare una serie di insulti nei confronti dei responsabili.

Il punto è che parlare di sorteggio a proposito della compilazione del calendario di serie A è improprio. Sono talmente tanti i vincoli imposti al calcolatore che il caso fa fatica a dimostrarsi tale. Nessuno, infatti, ha espresso considerazioni negative, vedendo tutelate le proprie esigenze. Proprio per questo appare strano che soltanto il Napoli abbia avuto di che lamentarsi.