Il Napoli cerca vittoria e fortuna

La squadra di Mazzarri deve vincere contro il Siena, ma sperare anche in una favorevole combinazione di risultati dagli altri campi. Terzo posto e preliminari di Champions League arriverebbero solo in caso di contemporanea conquista dei tre punti, sconfitta dell'Udinese a Catania ed insuccesso della Lazio contro l'Inter.

Il Napoli cerca vittoria e fortuna
Napoli
Siena / 20:45
Il Napoli cerca vittoria e fortuna

Per il Napoli sarà come giocare tre partite. La prima, l'unica in realtà, la disputerà al “San Paolo” contro il Siena. Ma le orecchie di giocatori e tifosi saranno rivolte a ciò che accadrà a Catania, dove si esibirà l'Udinese, e a Roma, dove è in programma Lazio - Roma. Un concentrato di emozioni dovuto al fatto che agli azzurri non basterà vincere, per agganciare il terzo posto e i conseguenti turni preliminari di Champions League. Dovranno sperare che i friulani perdano e i biancocelesti non vincano. Una combinazione di risultati resasi necessaria dopo la sconfitta di Bologna. Eventi che potrebbero verificarsi anche se appaiono improbabili. Ma nell'ambiente azzurro tutti vogliono credere in un “miracolo” sportivo.

VITTORIA A TUTTI I COSTI - Ci crede soprattutto Walter Mazzarri. Il suo “Non è ancora finita”, pronunciato subito dopo il k.o di domenica scorsa, è stato il suo slogan durante la settimana. Nessun pensiero alla prossima finale di Coppa Italia, né alle polemiche sul possibile addio di Lavezzi. Per ora conta soltanto conquistare i tre punti contro il Siena: “Nulla è scontato. Sono certo che il Catania e l'Inter daranno il massimo così come ha fatto il Bologna contro di noi. Purtroppo non siamo più artefici del nostro destino e questo ci penalizza. Ma non voglio avere rimpianti e contro il Siena voglio a tutti i costi la vittoria. Poi, se non dovesse essere sufficiente, ci arrenderemo all'evidenza della classifica. L'importante sarà mantenere i nervi saldi fino alla fine”.

CURIOSITA' PER LAVEZZI - Al di là degli intrecci di classifica un uomo su tutti sarà sotto i riflettori. E' Ezequiel Lavezzi che molte voci di calciomercato danno sul piede di partenza. Il “Pocho” diventerà un “osservato speciale”, sia per valutarne l'impegno, ma anche perché toccherà a lui fare da punta avanzata al posto dello squalificato Cavani. Nessuno sa se questa sarà l'ultima performance dell'argentino nello stadio che fu di Maradona e c'è quindi curiosità sul modo in cui sarà accolto dai tifosi. Ma i problemi di formazione per Mazzarri non si fermano qui. Mancheranno pure Dzemaili e Aronica, fermati dal giudice sportivo, nonché l'infortunato Campagnaro e il febbricitante Gargano. Pertanto spazio in difesa a Fernandez e Britos in difesa e inedito tandem Zuniga-Pandev a supporto di Lavezzi.

SANNINO...INFORTUNATO - Il Siena ha raggiunto l'obiettivo prefissato, che era quello della permanenza in serie A. A questo ha unito la semifinale di Coppa Italia, persa proprio contro il Napoli, e può ritenersi ampiamente soddisfatto. Giuseppe Sannino ha compiuto un ottimo lavoro, ma vuole chiudere in bellezza, Anzi, le motivazioni personali sono talmente alte che si è fratturato tre costole in uno scontro di gioco durante una partita di allenamento con i suoi ragazzi. “Vogliamo onorare il campionato fino all'ultima giornata - dice - ma allo stesso tempo dobbiamo essere orgogliosi di ciò che abbiamo fatto. Siamo stati bravi a salvarci con un po' di anticipo, perché non oso pensare a cosa sarebbe diventato questo incontro con punti per noi decisivi in palio e il Napoli in lotta per il terzo posto”.

Queste sono le probabili formazioni di Napoli e Siena: