Il Napoli si ritrova a Castel Volturno con il talento Insigne

La società di De Laurentiis si è data appuntamento nella sede degli allenamenti prima di partire per il ritiro di Dimaro. L'unico volto nuovo è quello di Lorenzo Insigne, il talento esploso nel Pescara di Zeman promosso in serie A. Assenti Maggio e De Sanctis in vacanza dopo gli Europei. Impegnato Cavani, che si appresta a disputare le Olimpiadi con la Nazionale uruguaiana. Sul mercato gli obiettivi sono Armero e Cuadrado.

Il Napoli si ritrova a Castel Volturno con il talento Insigne
Lorenzo Insigne (Getty Images)

Ferie terminate e adunata generale. Il Napoli si è ritrovato oggi a Castel Volturno, sede degli allenamenti, per dare il via ufficiale alla stagione 2012.2013. Si è trattato di un semplice appuntamento, utilizzato per i test medici. Domani avverrà la partenza per Dimaro, la località trentina che per il secondo anno consecutivo ospiterà gli azzurri per la preparazione estiva, che durerà fino al 23 luglio. Tre gli assenti giustificati. Maggio e De Sanctis stanno trascorrendo un periodo di vacanza dopo aver partecipato agli Europei con la Nazionale. Cavani, invece, prenderà parte alle Olimpiadi con il suo Uruguay. Un solo volto nuovo. E' quello di Lorenzo Insigne, il talento tornato alla base dopo il prestito al Pescara di Zeman, con cui ha centrato la promozione in serie A.

INSIGNE - Il ventunenne napoletano sarà uno degli “osservati speciali” durante il ritiro in montagna. Per lui potrebbero aprirsi prospettive molto interessanti nell'ottica del “dopo Lavezzi”. Al momento il ruolo di seconda punta vede in chiaro vantaggio Pandev, ma Insigne e il cileno Vargas potranno giocarsi le loro possibilità. Ed è probabile che altri “aspiranti campioni” si aggiungeranno al gruppo nel corso di quest'estate. Il calciomercato sarà aperto fino al 31 agosto e Aurelio De Laurentiis vuole puntare su calciatori non ancora affermati, ma pronti a diventare protagonisti.

DE LAURENTIIS - Proprio il vulcanico presidente ha rilasciato un'intervista all'emittente locale Radio Marte, chiarendo il suo pensiero sul futuro. "C’è voglia di confermarsi ad alti livelli, di giocarsela a testa alta con tutti, che già ora è la normalità. La crisi, ma anche altri fattori, comporteranno degli atteggiamenti e delle politiche diverse. Da qui a tre anni le cose potrebbero cambiare molto. Bisogna attrezzarsi, investire sui giovani, farli crescere. Prenderemo senz’altro dei nuovi gioiellini dopo Vargas e Insigne. Il mercato del Napoli è sempre aperto, ma non abbiamo fretta. In questi giorni sto verificando se ci sono le condizioni per prendere Armero dall'Udinese e Cuadrado dal Lecce. In ogni caso a Mazzarri chiedo un Napoli intelligente, che sappia attaccare e creare spettacolo per divertire il pubblico".