Napoli si gode Insigne, ma trema per Cavani

Napoli si gode Insigne, ma trema per Cavani

Prima uscita a Dimaro per la squadra di Mazzarri contro i dilettanti del Solandra, rappresentativa del Trentino. Vittoria per 9 - 0 con tripletta del giovane talento di Frattamaggiore. Ma nel frattempo il Chelsea punta a strappare il "Matador" a De Laurentiis. Ci sarebbe un'offerta di 45 milioni da parte del magnate russo Abramovich.

Col pallone tra i piedi ci sa fare. E l'ha dimostrato subito. Lorenzo Insigne è stato il protagonista della prima uscita del Napoli a Dimaro. L'avversario era il Solandra, una rappresentativa del Trentino certamente non in grado di creare problemi. Il giovane talento di Frattameggiore si è, però, subito messo in mostra, segnando addirittura di testa, non la sua specialità, la prima delle nove reti degli azzurri. Poi ha deliziato i 1500 tifosi presenti con diverse giocate pregevoli ed altri due gol, di destro e di sinistro. Con lui sono andati in rete anche Dossena, Zuniga, Britos, Fornito, Pandev oltre ad un'autorete del portiere Serra, sulle cui spalle è rimbalzato il rigore calciato sul palo da Hamsik.

NUOVO MODULO POST LAVEZZI - E' mancato all'appello tra i marcatori il cileno Vargas, che si è dato, comunque molto da fare. Mazzarri voleva fare un primo esperimento sul campo con quello che sarà il nuovo modulo della squadra dopo l'addio di Lavezzi. Un 3-5-1-1 che valorizza molto il gioco sulle fasce laterali dove Zuniga e Dossena si sono mossi con disinvoltura. Ma la modifica maggiore riguarderà la fase d'attacco, dove proprio Insigne e Vargas cercheranno di apprendere quanto più in fretta possibile i movimenti richiesti dal tecnico. Per uno dei due ci sarà, infatti, la possibilità di far coppia con Pandev nella partita contro la Juventus, che assegnerà la Supercoppa italiana a Pechino l'11 agosto.

CAVANI NEL MIRINO DEL CHELSEA - L'incontro che assegnerà il primo trofeo ufficiale della stagione 2012-13 non vedrà in campo Cavani, impegnato nelle Olimpiadi del suo Uruguay. Ma il “Matador” fa parlare di sé anche quando è assente. La sua permanenza a Napoli è messa a rischio dall'assalto da parte dei maggiori club europei. A provarci per prima era stata la Juventus, che aveva offerto in cambio Matri, Giovinco più una ventina di milioni. Ma nelle ultime ore si è fatto avanti il Chelsea del magnate russo Roman Abramovich. Il club inglese, vincitore della Champions League, sembrerebbe intenzionato ad offrire 45 milioni di euro ad Aurelio De Laurentiis. E a quel punto il presidente del Napoli potrebbe anche decidere di cedere il suo gioiello di maggior valore. Anche perché gli agenti del calciatore non sembrano per ora aver accolto con entusiasmo il ritocco dell'ingaggio proposto dalla società partenopea.