Napoli, sfida continua alla Juventus

Napoli, sfida continua alla Juventus

La squadra di Mazzarri ritrova i bianconeri nella Supercoppa italiana, primo impegno ufficiale della nuova stagione, con la voglia di ripetersi dopo il successo in Coppa Italia. Il tecnico punta su Pandev, versione goleador, e su Insigne, destinato a far dimenticare Lavezzi. In campo anche Cavani, tornato dalle Olimpiadi, per il quale ci sarebbe una mega offerta di 40 milioni del Chelsea a De Laurentiis.

La Supercoppa italiana come un ponte ideale tra passato e futuro. Dal successo in Coppa Italia a Roma contro la Juventus alla sfida per il primo trofeo ufficiale della nuova stagione a Pechino. Il Napoli tiene molto a questa partita. Forse perché consapevole che senza Lavezzi la squadra si è indebolita e farà fatica ad imporsi sulle lunghe distanze. Ma anche perché esportare in Oriente un “marchio vincente” può incrementare il giro d'affari di De Laurentiis. Lo stesso presidente aveva, peraltro, avuto un ripensamento di fronte alle conseguenze dello stress di questa situazione, cercando di riportarla in Italia. Alla fine la Lega Calcio ha fatto prevalere gli accordi precedentemente stipulati e la spedizione cinese è stata messa in preventivo.

PANDEV GOLEADOR - Gli azzurri arrivano a quest'incontro dopo una fase di preparazione a Dimaro, in Trentino, in cui tutto è andato per il meglio, e dopo sei amichevoli concluse sempre con un successo. Contro la Juventus ci sarà curiosità per vedere all'opera Lorenzo Insigne, che sembra avere tutte le carte in regola per far dimenticare ai tifosi la partenza del “Pocho”. Il giovane talento di Frattamaggiore si è messo in mostra in queste settimane, ma è atteso a prove più impegnative. Più temprato e molto motivato è Goran Pandev. L'attaccante macedone è in gran forma, ha segnato in ogni partita disputata e sembra trovarsi a suo agio nel ruolo che Mazzarri ha pensato di affidargli, libero, cioè, di muoversi dietro l'unica punta.

REBUS CAVANI - Da qualche giorno si è unito al gruppo anche Cavani, che ha saltato il ritiro per partecipare alle Olimpiadi con il suo Uruguay. Una presenza fondamentale, dal momento che non esiste nella “rosa” un sostituto alla sua altezza. Il cileno Vargas si impegna molto, ma stenta a trovare la via della rete. Ma proprio sul “Matador” cresce l'interesse dei maggiori club europei, tra cui il Chelsea, campione d'Europa, del magnate russo Roman Abramovich. Si parla con insistenza di un'offerta di circa 40 milioni di euro, che potrebbe indurre De Laurentiis a cedere il calciatore, che è sotto contratto. E non si può escludere che a Pechino Cavani possa giocare la sua ultima partita in maglia azzurra.

MAZZARRI CAUTO - Walter Mazzarri ha svolto il suo sopralluogo allo stadio “Nido d'uccello”, sede dell'incontro e reso famoso dalle Olimpiadi del 2008. E proprio da lì ha tenuto la conferenza stampa di presentazione. “Innanzitutto bisogna ricordare che se siamo qui è perché abbiamo fatto qualcosa di importante, vincendo la Coppa Italia. Abbiamo una grande occasione contro un avversario di ottimo livello. Il fatto che non avranno Conte in panchina non inciderà, in quanto sono tutti elementi che sanno benissimo cosa fare in campo. Piuttosto credo che né noi, né loro saremo rodati al massimo. Per quanto riguarda Cavani, l'ho trovato molto carico, nonostante alle Olimpiadi le cose non siano andate molto bene per lui”. Con il tecnico si è presentato anche Paolo Cannavaro: “Giocare contro la Juventus dà sempre stimoli particolari. Sappiamo che sarà difficile, ma proveremo a riportare a Napoli la Supercoppa dopo la vittoria del '90 al “San Paolo” proprio contro i bianconeri”.