Mutti: "Cesena motivato, ma voglio vincere"

Mutti è determinato a tornare dalla trasferta di Cesena con una vittoria in più in trasferta.

Mutti: "Cesena motivato, ma voglio vincere"
Getty Images

I quattro risultati utili da cui viene il Cesena non spaventano Mister Bortolo Mutti, deciso a tornare dalla trasferta del “Manuzzi” con tre punti in più in classifica, anche se il Palermo che affronterà il Cesena sarà una squadra tranquilla con la soglia salvezza già conquistata da tempo in classifica. Tuttavia il Cesena non ha mai perso nelle ultime quattro gare e proprio contro i rosanero proverà a giocarsi le utlime drammatiche speranza salvezza. Obiettivo che non sarà facile per la squadra di Beretta, visto che troverà un Palermo voglioso di conquistare ancora una vittoria in trasferta, dopo la prima del campionato ottenuta a Bologna:

 “Andiamo sempre con la mentalità di giocare la partita, vogliamo dimostrare di essere una squadra da trasferta. Il Cesena viene da 4 risultati utili consecutivi, ha delle ottime individualità e nemmeno loro si aspettavano una stagione del genere. Saranno molto motivati, questo non deve distrarci, dobbiamo dare continuità alle prestazioni in trasferta”.

Secondo il tecnico rosanero lo stop forzato di domenica scorsa, (causa la tragica scomparsa di Piermario Morosini in Pescara – Livorno) non ha influito sulla condizione fisica delle squadre, che hanno comunque continuato il loro regolare allenamento nella tabella settimanale: “abbiamo gestito il lavoro nella normalità, giocheremo tante partite in tanti giorni ravvicinati, da domenica in avanti ci sarà una situazione compressa che nessuno si aspettava. A questo punto del campionato bisogna raccogliere le energie, si verificheranno delle situazioni di stanchezza e dobbiamo dare il meglio di noi. E' questo l'obiettivo”.

Formazione titolare parzialmente recuperata con il rientro in rosa di Silvestre, dopo un lungo stop causa infortunio e con i recuperi imminenti, tra gli altri, di Barreto e Migliaccio: “ll recupero di Silvestre è stato sofferto ma completato, abbiamo riperso Balzaretti, non riusciamo a chiudere il cerchio. Barreto, Pisano, Aguirregaray e Migliaccio stanno recuperando, stiamo lavorando su queste situazioni che ci hanno dato questa identità, abbiamo lavorato anche sulla difesa a 4 perché certe volte la partita può chiederlo, dobbiamo essere pronti a qualsiasi necessità. Pisano l'ho convocato perché non abbiamo esterni, vedremo se con questa protezione potrà giocare in caso di emergenza. Farà una verifica ulteriore con i preparatori, domani pomeriggio verificheremo”.

In dubbio dunque anche eros Pisano per la partita di domani pomeriggio.  Sfortunato invece il terzino Federico Balzaretti che dopo aver saltato l’ultima trasferta di Bologna, si è fermato nuovamente per un risentimento muscolare, durante la partitella in famiglia del giovedì pomeriggio.

Come chiesto da Zamparini qualche mese fa, il Palermo scenderà in campo con tanti giovani inesperti, per testare il loro valore reale, una volta che la salvezza è già stata conquistata. Uno di questi sarà sicuramente il ventenne Vasquez, arrivato in rosanero a Gennaio scorso.

“Può essere la sua opportunità, ci sono tante assenze, ha la possibilità di sfruttare la sua classe – spiega Mutti-. Mancano alcuni calciatori, potrebbe essere la sua partita. In questi mesi ha sofferto un po' la situazione di ambientamento, è cresciuto, il campo può dargli un aiuto ulteriore, ma allo stesso tempo dobbiamo creare le condizioni per dimostrare il suo valore. Domenica potrebbe avere l\'opportunità, anche a livello caratteriale è più solido, lui mi ha dato la disponibilità di giocare sia a centrocampo sia di giocare da vertice alto davanti ai due mediani, e quindi vedremo".