Il Parma contro un Lecce agguerrito

Domani pomeriggio al Via del Mare, i gialloblù affronteranno una squadra che lotterà per un solo risultato, ma Donadoni ha preparato le contromosse per stupire ancora.

Il Parma contro un Lecce agguerrito
(Getty Images)
Lecce
Parma / 15:00
(Getty Images)

Dopo la bella vittoria di Palermo della scorsa domenica, mister Donadoni ha portato i suoi ragazzi in ritiro a Lecce per preparare al meglio la trasferta di domani contro i salentini. Proprio come la settimana scorsa, il Parma non vuole incappare nell’errore più ingenuo di sentirsi già appagato e prendere sotto gamba la partita, e punta a sfoderare un’altra prestazione significativa. C'è entusiasmo nel ritiro salentino, consci delle belle prestazioni nell'ultimo mese; il Parma si sta formando il suo futuro in queste ultime gare che lo stanno portando alla salvezza anticipata.

“Dobbiamo essere in grado di proporre per novanta minuti ciò che di buono sappiamo fare”. Il tecnico continua a punzecchiare i suoi sul piano della continuità, perché a Palermo, per esempio, la squadra ha giocato solo i secondi 45 minuti. La trasferta di domani è a rischio per Zaccardo (fastidio muscolare), al suo posto Santacroce, ed Okaka (febbre), anche se non è escludo un piccolo turnover in vista della sfida con l’Inter del prossimo fine settimana. A centrocampo ballottaggio solito tra Biabiany e Jonathan, mentre sulla destra dovrebbe tornare titolare Gobbi. 

I crociati sono alla ricerca della quarta vittoria consecutiva, che non accade dal campionato 2005/06; c’è solo un precedente tra i due allenatori, che risale sempre al campionato 2005/06, quando Donadoni allenava il Livorno sconfisse Cosmi che sedeva su quella dell’Udinese. Per il Lecce comincia il countdown salvezza, e domani al Via del Mare sarà la prima delle quattro finali per i salentini.