Adios, Luis Enrique

Luis Enrique dice addio alla Roma: "Non sono riuscito a dare il 100%". Al termine dell'allenamento, il tecnico asturiano ha annunciato alla squadra la sua decisione: lascerà il club giallorosso dopo la partita contro il Cesena.

Adios, Luis Enrique
(Getty Images)

Decisione a sorpresa per i tempi in cui è arrivata, ma non inaspettata: Luis Enrique lascerà la Roma a fine stagione. Il tecnico giallorosso ha comunicato la sua decsione alla squadra, alla fine dell'allenamento odierno. Al termine della seduta il tecnico ha voluto dare l'ultimo saluto alle persone con cui ha lavorato in questi 11 mesi in cui ha guidato la Roma. Poco dopo le 15.30, Luis Enrique richiama intorno a se i giocatori, lo staff tecnico e sanitario, il team manager Scaglia, si siede su un pallone mentre il gruppo si dispone in cerchio intorno a lui. Lo stato maggiore della società, il dg Baldini e il ds Sabatini, osserva la scena dalla terrazza di Trigoria.

Qualche istante di silenzio, prima di prendere la parola. Parla per 10 minuti, il tecnico asturiano: ringrazia e si scusa con i giocatori che ha allenato in questa difficile stagione. Anche quelli che hanno giocato di meno (“Sono un tecnico e ho fatto le mie scelte. Chiedo scusa per non essere riuscito a valorizzare tutti voi”). Poi ha spiegato le ragioni della sua scelta, arrivata dopo settimane di tentennamenti e a pochi giorni dall'ultima gara di campionato: "Non me la sentivo di andare in vacanza e tornare qui dove non sono riuscito a dare il 100%. Per me andare via è una grande sconfitta, non sono riuscito a trasmettere quello che volevo. Non sono riuscito a trasmettere quello che volevo a mettere sul campo le idee che volevo, ma non me la prendo con nessuno”, ha concluso, invitando poi calciatori a “continuare a seguire questa società, perché è una grande società”.  Dopo la gara con il Cesena, ultimo atto della stagione, la Roma sarà costretta a cercare un nuovo tecnico. Avanza la candidatura dell’ex Vincenzo Montella, che la dirigenza giallorossa avrebbe bloccato in attesa della decisione di Luis Enrique, che ha definitivamente rotto gli indugi.