Guidolin: “Non sottovalutiamo il Cesena”

Il tecnico friulano mantiene alta la soglia dell’attenzione in vista della partita contro la già retrocessa Cesena. Di Natale è in forse, in attacco potrebbe sostituirlo Floro Flores.

Guidolin: “Non sottovalutiamo il Cesena”
Getty Images
Cesena
Udinese
Getty Images

L’Udinese, fresca della vittoria contro la Lazio segnata dalle molte polemiche, vola a Cesena per continuare a sognare il 3/o posto e la conseguente qualificazione ai preliminari di Champions. La Lazio ancora recrimina per quel triplice fischio piovuto dagli spalti che ha permesso a Pereyra di centrare la sua prima rete “italiana”. Ora la lotta per la piazza Champions è più viva che mai, con 4 squadre a giocarsi alla pari l’obiettivo grosso ogni punto perso potrebbe risultare decisivo. I bianconeri devono approfittare proprio di questo turno che, senza dubbio, gioca a loro favore.

Guidolin, in ogni caso, cerca di mantenere alta la soglia dell’attenzione. Una squadra che ormai da due anni è ai vertici della classifica non può permettersi distrazioni proprio adesso. Il Cesena, che ormai non ha più nulla da perdere, non deve essere sottovalutato: “Il Cesena è una squadra che nel recentissimo passato ha fatto sudare molto Juventus e Inter. Direi che può bastare questo per dire che è un avversario difficile, insidioso, una squadra composta da buoni giocatori e ben allenata, perché Mario è un tecnico sicuramente capace. Bisogna partire da qui, siamo consapevoli delle difficoltà, ma convinti e fiduciosi che potremo fare bene se giocheremo da Udinese”. Il tecnico bianconero continua poi dicendo che non crede in una possibile sottovalutazione, da parte dei suoi, della partita: “Non commetteremo questo errore. Magari ne commetteremo degli altri, ma posso assicurare che non commetteremo nessun tipo di errore dal punto di vista mentale, tanto meno quello di non prendere in seria considerazione l'avversario. Non ci siamo mai permessi il lusso di snobbare qualcuno. Il nostro gruppo è umile”.

L’allenatore friulano ha anche commentato l’innesto in squadra del giovane Pereyra, proprio lui ha segnato il secondo gol, tanto contestato, contro la Lazio: “Sono scoperte che facciamo anche noi di giorno in giorno. È un ragazzo che parla molto poco per carattere e perché non conosce ancora bene la nostra lingua. È abbastanza introverso, ma positivo e ha personalità. Questo lo ha dimostrato. Noi abbiamo sempre visto in lui delle buone qualità, è un '91 e ha bisogno di adattarsi ai ritmi, al nostro lavoro, alla nostra preparazione e al modo di giocare. Mi auguro che continui così da qui in avanti, indubbiamente i progressi si sono visti”.

Infine Guidolin, circa l’utilizzo del capitano Di Natale, svela di non aver ancora deciso se utilizzare Totò, uscito acciaccato dalla partita contro la Lazio, per il match infrasettimanale: “Aspetterò domani per decidere, oggi è troppo presto per fare bilanci e analisi. Quando si gioca i traumi sono frequentissimi e spesso le cose emergono qualche tempo dopo. Il punto della situazione lo faremo un po' questa sera dopo la rifinitura a Cesena e un po' domani”.

Di seguito le probabili formazioni della partita.