Il 'dopo-bowl' di Patriots e Giants: a New York la sfilata, ad Aruba la vacanza

Mentre i Patriots ricevono l'invito a passare una vacanza nell'isola di Aruba, i Giants sfilano vittoriosi per le vie di New York

Il 'dopo-bowl' di Patriots e Giants: a New York la sfilata, ad Aruba la vacanza
Il 'dopo-bowl' di Patriots e Giants: a New York la sfilata, ad Aruba la vacanza

NEW YORK – C'è modo e modo di trascorrere il cosiddetto 'dopo-bowl'. Feste sontuose per i vincitori, premi di consolazione per gli sconfitti. Le due facce, insomma, di una medaglia che però appare più curiosa dalla parte dei Patriots. L'Aruba Tourism Authority, infatti, ha offerto alla franchigia di Boston una vacanza-zero spese nella splendida isola caraibica. Un'iniziativa di marketing per Aruba, ma soprattutto un ottimo antidoto per metabolizzare l'insuccesso al 'gran ballo' per Tom Brady e compagni.

Il caso - "Vogliamo riconoscere il duro lavoro svolto da questa squadra – ha spiegato Ronella Tjin Asjoe, amministratore delegato dell'ATA -. Aruba è la meta migliore per smaltire l'amarezza di una sconfitta". Certo, una proposta unica nel suo genere ma capace di scatenare reazioni non proprio pacifiche. Un utente del sito isolano, per l'appunto, ha commentato così l'offerta di Aruba: "Ho appena letto della proposta, un insulto nei confronti di assidui frequentatori dell'isola come me. In famiglia lavoriamo sodo per permetterci questo tipo di vacanza, mentre per un giocatore di football è più che alla portata". In ogni caso, c'è da chiedersi: Bill Belichick e i suoi uomini coglieranno la palla al balzo?

Clima caldo – Colpa del quarterback Tom Brady se New England ha mancato il titolo? Neanche per sogno. "Mio marito non può lanciare e ricevere allo stesso tempo – ha tuonato la moglie del giocatore, la top-model Gisele Bündchen -. Non riesco a credere che abbiano lasciato cadere la palla così tante volte". Brady, però, ha smorzato i toni difendendo il ricevitore Wes Welker: "E' un giocatore fenomenale e un compagno straordinario, lo adoro".

Giants – New York ricolma di tifosi in visibilio. Più precisamente, il quartiere di Manhattan e Broadway avenue. Un milione di persone a festeggiare Manning e la sua ciurma nei giorni scorsi. Tra i fans anche il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo e il sindaco della città Michael Bloomberg, peraltro spettatore al 'Lucas Oil Stadium' di Indianapolis.

New Jersey - Lasciata New York il team dei Giants ha fatto ritorno nel New Jersey per proseguire i festeggiamenti al 'MetLife Stadium'. Davanti ai circa 82 mila tifosi presenti ha sfilato anche il governatore del New Jersey Chris Christie, protagonista di giornata e più che acclamato dai sostenitori della squadra. Colori su colori nella 'Grande Mela' così come nello stadio di casa, per una festa degna di un successo memorabile.