WDW 2012: emozioni targate Ducati

Al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” c’è il World Ducati Week 2012, il raduno dedicato ai ducatisti di tutto il mondo. Tanti gli eventi in programma per queste quattro giornate: test, gare, sessioni di autografi ed interviste. La più attesa è stata probabilmente quella fatta a Valentino Rossi, che ha rilasciato parole che lasciano pensare che il suo matrimonio con la Rossa sia tutt’altro che finito.

WDW 2012: emozioni targate Ducati
Valentino Rossi #46 (AP Photo)

Quattro intensi giorni ricchi di passione per i ducatisti che hanno letteralmente invaso il Misano World Circuit Marco Simoncelli per il World Ducati Week 2012, in programma dal 21 al 24 giugno; oggi quindi la giornata conclusiva dell’evento.

Nella prima giornata i presenti hanno potuto assistere al test ufficiale che ha visto il pilota Superbike Carlos Checa in sella alla 1199 Panigale SBK. Dopo le prime, buone, sensazioni avute con la moto, si dovrà continuare il lavoro per la messa a punto, in vista del debutto della Rossa nel Mondiale 2013. Il venerdì Checa ed il suo compagno di squadra del Team Althea Racing Davide Giugliano, oltre a tutti gli altri piloti Ducati SBK, tra cui Troy Bayliss, Jakub Smrz, Niccolò Canepa e Lorenzo Zanetti, hanno dispensato autografi e scattato foto con tutti gli appassionati in cerca di un ricordo dei loro beniamini.

In tanti però attendevano con ansia il sabato per l’arrivo dei due piloti MotoGP Nicky Hayden e Valentino Rossi. Nonostante le varie voci che lo vogliono in un altro team, il dottore confessa che: "Nel team si sta bene, c'è molta passione, ci sono tanti ragazzi italiani che lavorano, ci mettono passione, lavoriamo a Borgo Panigale, praticamente lavoriamo tra casa e bottega. Ho iniziato la carriera con un'altra squadra italiana, devo riconoscere che fra italiani stiamo meglio. Ora speriamo di vincere". Il Campione continua dicendo: "Dietro di me c'è tanto lavoro come succede in tutti gli sport di alto livello: c'è la preparazione fisica, ci alleniamo tutti i giorni, bisogna andare in moto il più possibile, perché più si sta in moto e meglio è". Spazio anche ad alcune curiosità riguardanti i suoi pensieri a proposito della paura. "Quando vai in moto la paura c'è, ma ci siamo abituati, corriamo fin da piccoli. Il limite da superare? E' quello imposto dal cronometro. Lui è il vero avversario di ognuno di noi. Cosa mi ha fatto innamorare della Ducati? Il fascino che ha la casa italiana in tutto il mondo, l'augurio è proprio quello di riuscire a vincere con una casa italiana". Alla fine gli viene chiesto se ha dei trucchi da dare ai motociclisti e lui risponde che "bisogna cercare di essere il più concentrati possibile in pista, frenare il meno possibile, dare gas il più possibile e andare più forte degli altri. La curva perfetta? Entrare piano e uscire forte".

La terza giornata del WDW 2012 ha visto girare i piloti ufficiali MotoGP 2012 con la nuova Ducati 1199 Panigale, che hanno regalato momenti emozionanti ai tifosi presenti grazie alle loro impennate e derapate. E’ stata una gara di accelerazione a concludere la serata in circuito, la “Diavel Drag Race by Tudor”, in cui piloti MotoGP e SBK si sono sfidati in pista. In sella ad una Ducati DIAVEL Carbon gli otto piloti coinvolti (Valentino Rossi, Nicky Hayden, Troy Bayliss, Carlos Checa, Niccolò Canepa, Jakub Smrz,Sylvain Guintoli e Lorenzo Zanetti) hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo, per la gioia del pubblico. Troy Bayliss e Valentino Rossi hanno infiammato la manche finale con un confronto a dir poco entusiasmante. Al photo-finish la spunta l’australiano, staccando il pilota di Tavullia di pochissimo. Terzo l’altro pilota ufficiale MotoGP, Hayden. Quarto posto per Carlos Checa.

Oggi il gran finale ed altro divertimento è pronto per essere accolto dal Circuito di Misano dedicato a Marco Simoncelli. Vedremo se si riuscirà a far segnare il record di presenze, fermo per ora a 60.000, ma le premesse sono buone, anzi buonissime!