Casey Stoner si ritirerá a fine stagione

Il campione del mondo in carica della MotoGP oggi, durante la conferenza stampa, ha annunciato che a fine anno chiuderà la sua carriera.

Casey Stoner si ritirerá a fine stagione
Ufficiale: Casey Stoner si ritira a fine stagione (Getty Images)

Questo sarà il mio ultimo anno, erano due anni che ci pensavo. Ne ho parlato a lungo con la mia famiglia e alla fine ho preso la decisione di ritirarmi alla fine del 2012. Nel 2013 non correrò più. Ci sono molte cose di quest'ambiente e di questa vita che non erano compatibili con me, non mi piacevano. Ho passato molti momenti bellissimi e indimenticabili però questa è la mia decisione”. Sono queste le parole di Casey Stoner durante la conferenza stampa del Gp di Le Mans, lasciando tutti di stucco. Da tempo si vociferava sul possibile ritiro anticipato del due volte Campione del Mondo, oggi è arrivata la conferma. A soli 26 anni Casey  lascerà il mondo delle corse e si dedicherà alla sua famiglia, che si è da poco allargata con l’arrivo della piccola Alessandra.

  Casey Stoner inizia la sua carriera in Australia, vincendo titoli su titoli. Nel 2000 arriva in Europa gareggiando e trionfando in vari campionati nazionali. Nel 2002 inizia a correre nel mondiale, in 250cc, nel team di Lucio Cecchinello, concludendo la stagione al 12° posto. L’anno successivo, sempre nel team di Cecchinello, scende di categoria e si guadagna un 8° posto nella classifica generale. Coinvolto nel nuovo progetto KTM, nel 2004 cambia team e, a fine stagione, ottiene un 5° posto. Un anno dopo torna al team di Cecchinello, proclamandosi vicecampione del mondo della classe 250cc.

 Nel 2006 la MotoGp acquista un nuovo protagonista. Stoner, infatti, dà il salto alla categoria regina correndo in Honda. Ma l’anno di svolta è il 2007. Casey Stoner, passato alla Ducati Ufficiale, vince ben 10 delle 18 gare, proclamandosi campione del mondo con 3 gare di anticipo (conquista il titolo a Motegi) e riportando la Ducati al successo dopo moltissimo tempo.

Nel 2008 cerca di difendere il titolo conquistato. Vince la prima gara a Losail, ma non sale sul gradino più altro del podio per 5 gare, lasciando andare via Valentino Rossi, che, nel frattempo prende il largo in classifica. La gara del Sachsenring, disputata sotto la pioggia, vede un nuovo trionfo dell’australiano che “approfitta” della caduta di Pedrosa mentre è in testa e si avvicina al leader della classifica, Rossi. Memorabile è il Gp di Laguna Seca. I due contendenti al titolo si sfidano a suon di carenate. Al cavatappi Rossi sorpassa Stoner saltando sul cordolo (per alcuni fu una manovra scorretta), ma l’australiano non molla, fino a che, a pochi giri dalla fine, Casey commette un errore, lasciando vincere l’italiano. Torna al successo in Australia e trionfa all’ultima gara della stagione, a Valencia.

Il 2009 inizia con l’ennesima vittoria a Losail. Trionfa al Mugello, regalando alla Ducati la prima vittoria “di casa” (la Ducati svolge sul questo circuito i test di sviluppo). Ma non tutto va come previsto. Nei successivi gran premi accusa dolori allo stomaco, ma, nonostante tutto, ottiene due podi e due quarti posti. Arriva, però, la dichiarazione ufficiale: Casey Stoner non prenderà parte al Gp della Repubblica Ceca, probabilmente sarà assente anche a Indianapolis e a Misano. Così è. Torna in Portogallo, ottenendo un ottimo secondo posto e vince nelle due gare successive.

Il 2010, ultimo anno in sella alla Ducati, inizia nel peggiore dei modi. Finisce la sua egemonia sul circuito di Losail, cadendo in gara e cedendo il gradino più altro del podio a Valentino Rossi. Nelle prime dieci gare ottiene solo 5 podi. Il 9 luglio 2010 un comunicato ufficiale Ducati annuncia l’addio del pilota australiano e, nello stesso giorno, viene emesso un comunicato Honda che, invece, annuncia l’ingaggio del campione del mondo. Vince tre gare prima di dare l’addio alla Rossa di Borgo Panigale.

Nel 2011 si volta pagina e si apre un nuovo capitolo della carriera di Stoner. Vince 10 gare su 18 e, il 16 ottobre 2011, giorno del suo compleanno, conquista il secondo titolo mondiale in Australia. Presenti all’evento la famiglia e la moglie Adriana, incinta della primogenita. Per concludere in bellezza l’anno ricco di successi, vince anche l’ultima gara a Valencia.

Il 2012 è iniziato da poco. Comanda la classifica di solo un punto. Jorge Lorenzo gli sta alle calcagna. Stoner riesce a vincere e a portare a casa punti preziosi nonostante un dolore all’avambraccio che lo affatica durante le gare. Ci farà divertire ancora, darà spettacolo…fino all’ultima curva dell’ultimo giro dell’ultimo gran premio.